La pornostar contro Salvini: mai a letto con lui, piuttosto mi faccio infibulare

Non si capisce perché una pornostar debba occuparsi di politica, nel senso che la deve commentare per forza. Non è necessario, e non è neanche utile alla collettività. Pare però che viste le uscite esagerate sia molto richiesto il parere di Valentina Nappi, la quale a inizio anno se ne uscì con una provocazione antifascista: “Vorrei farmi inc…re da un immigrato, possibilmente nero, davanti a un manifesto di Forza Nuova contro l’immigrazione”. A La Zanzara di Radio 24 ha commentato la vittoria di Matteo Salvini con il consueto esprit de finesse: “Crea odio tra gli italiani – ha sentenziato -. Io vorrei l’africanizzazione dell’Italia. E comunque sono loro che fanno una vita di merda, gli immigrati, non noi”. E quando Giuseppe Cruciani gli ha chiesto se “Salvini te lo faresti”, la Nappi ha chiosato: “No, piuttosto non sco** più. Piuttosto mi faccio tagliare il clitoride e me lo faccio cucire, mi faccio infibulare. Non mi piace utilizzare politicamente la fi**, ma in questo caso sì”.