La guerra di spie arriva alla Farnesina: la Russia espelle 2 diplomatici italiani

Con il caso Skipral, la guerra di spie tra Mosca e Londra deflagra e arriva a coinvolgere anche la Farnesina: la Russia espelle due diplomatici italiani. Dunque, lo scandalo delle spie avvelenate, rimbalzato dal Regno Unito a Mosca e dal Cremlino alla Casa Bianca, ora investe Roma e coinvolge le ambasciate italiane e i suoi rappresentanti, visto che – è notizia arrivata dalla Farnesina poco fa – due funzionari dell’Ambasciata italiana sono stati espulsi dalla Federazione russa. La notifica della risoluzione dei rapporti tra i diplomatici italiani e la Russia, è arrivata dopo la decisione di diversi Paesi, tra cui l’Italia, di espellere diplomatici russi, ed è stata formalizzata con una nota consegnata all’incaricato d’Affari dell’ambasciata d’Italia presso la Federazione Russa, convocato presso il ministero degli Affari esteri russo proprio oggi. In tale occasione, il direttore del Primo Dipartimento Europeo (competente per i rapporti con l’Italia) ha consegnato all’Incaricato d’Affari la nota con il verbale d’espulsione.

La Russia espelle due diplomatici italiani

Ai funzionari messi alla porta è stata concessa una settimana di tempo per lasciare il territorio della Federazione Russa. «Il ministero degli Esteri russo ha convocato i rappresentanti diplomatici delle missioni accreditate nella Federazione russa di numerosi Paesi che hanno adottato azioni ostili nei confronti della Russia “in solidarietà” con il Regno Unito, a causa del cosiddetto “caso Skripal” aveva reso noto il dicastero, e lo ha ribadito in queste ore, precisando che agli ambasciatori sarebbe stata presentata una nota di protesta e le misure improntate alla reciprocità di Mosca. Non solo: alla resa dei conti, oltre agli ambasciatori di Gran Bretagna, Germania, Francia, Polonia e Italia, sono stati convocati al ministero degli Esteri rappresentanti diplomatici di Olanda, Albania, Romania, Ucraina, Lettonia, Lituania e Macedonia. E la bomba sganciata dalla guerra di spie continua a deflagrare…