La Cei “benedice” l’asse Lega- M5S. Bassetti: «Non temo nessuno»

In vista delle consultazioni per formare un nuovo governo, il presidente della Cei, Gualtiero Bassetti, torna a parlare di politica. A chi gli chiede se abbia timore di un possibile governo a trazione leghista, unito al Movimento Cinque Stelle, Bassetti risponde: “Io non temo nulla, perché noi abbiamo parlato con estrema chiarezza: abbiamo parlato di bene comune e abbiamo detto quali punti ci stanno a cuore, che sono il bene della gente, di tutta la gente, e quindi non abbiamo nulla da temere da nessuno“.  Bassetti ne ha parlato arrivando alla presentazione del libro Francesco, il Papa americano all’ università Cattolica di Milano.

Cei: “Collaborazioni con chi è al servizio del bene comune”

Ci mettiamo in collaborazione con tutti coloro a cui veramente interessano questi temi di fondo” ha aggiunto il cardinale, che invita le nuove istituzioni a rispettare “fino in fondo il loro ruolo” e il nuovo governo a “essere al servizio del Paese e del bene comune”. Da parte della Cei non è proprio un endorsement, ma qualcosa di simile sì. Il cardinale ha ribadito quel che aveva detto dopo il voto, chiedendo appunto che il nuovo governo fosse al servizio della gente e di ascoltarla. Il giorno dopo era stato Di Maio a raccogliere le parole di Bassetti, citando De Gasperi («Politica vuole dire realizzare»), e tracciando le linee politiche di un governo orientato ai bisogni dei cittadini.