Italia leadership nel design: è questa la nostra vera strategia anticrisi

Oggi in 100 città del mondo sarà celebrato il secondo Italian Design Day (Idd). Proprio il design si conferma una delle più solide strategie anticrisi: le oltre 177.000 imprese europee di design, infatti, hanno prodotto nel 2015 una ricchezza di circa 26 miliardi di euro, il 49,4% in più del 2010. Tra queste imprese, molte parlano italiano, perché il design è il marchio di fabbrica del made in Italy e contribuisce all’attrattività dei nostri prodotti a livello internazionale. Symbola ha dedicato a successi e potenzialità tricolori del settore il rapporto Design economy. Secondo le rilevazioni effettuate dal report presentato nell’aprile 2017, il nostro Paese mantiene un ruolo di leadership nel design. A cominciare dal numero di imprese attive: 29 mila, più della 26 mila francesi, delle 23mila tedesche, delle 20mila inglesi, delle 5mila spagnole. Con 4,3 miliardi di euro di fatturato del design (poco meno dello 0,3% del Pil nazionale), l’Italia è seconda tra le grandi economie europee dopo la Gran Bretagna (8,9 miliardi), davanti a Germania (3,6), Francia (2,4) e Spagna (1,0). Da podio anche la specializzazione del Paese: l’Italia è seconda, sempre dietro il Regno Unito (0,17%), per incidenza del fatturato del design sul totale dell’economia: 0,15%, quasi il doppio della media dell’Unione europea (0,09%), molto più della Germania (0,06%) e di Francia e Spagna (0,05%). In Europa, quasi un addetto nel design su sei è italiano.