Immigrato prende a schiaffi Silvia Covolo, parlamentare della Lega

venerdì 30 marzo 10:28 - DI Adriana De Conto

La follia, ora si arriva all’aggressione in strada. Uno schiaffo in pieno volto mentre si trovava alla stazione di Padova ad opera di un uomo di colore. E’ l’assurda aggressione subita dalla neoparlamentare della Lega, Silvia Covolo, come racconta in un post su Facebook l’ex sindaco della città, Massimo Bitonci, che era con lei. Il post – poi rimosso- recitava così.

«Qualche minuto fa in stazione dei treni a Padova Silvia Consolo, neo parlamentare, mentre stava uscendo, assieme al sottoscritto e Germano Rachella (noi due 10 metri più avanti) è stata picchiata con uno schiaffo in pieno volto da un uomo di colore che sono riuscito a fotografare – scrive Bitonci che al post aveva allegato anche la foto del presunto aggressore – Dopo lo schiaffo é scappato assieme ad altri 2 sempre stranieri di colore. Abbiamo fermato ed avvisato due agenti della Polizia Locale, che stanno effettuando le indagini».

La Covolo ha raccontato la sua disavventura:  «Avevo valigia, borsa e zaino. Stavo camminando a una decina di metri dai miei colleghi con cui ero arrivata a Padova da Roma, gli onorevoli Bitonci e Racchella, che erano poco più avanti. Si sono avvicinati in tre e mi hanno colpita. Io chiaramente ho urlato il mio disappunto, così i due colleghi si sono accorti che stava succedendo qualcosa. Eravamo subito fuori la stazione. Poi questi si sono avvicinati, visibilmente alterati, ma quando Massimo Bitonci ha palesato l’intenzione di chiamare la polizia se la sono data a gambe”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • albertozorli@alice.it 4 aprile 2018

    maledetti

  • ancatel@libero.it 1 aprile 2018

    Come se non bastassero le violenze dei centri sociali nei confronti di chi milita nel Centro-Destra, adesso ci sono pure quelle dei migranti che nel 90% dei casi sono clandestini.

  • Mcoluccia@ymail.com 31 marzo 2018

    Miniera! Fuor di ball!

  • silviatoresi@gmail.com 31 marzo 2018

    Che coraggiosi!!!! In tre contro una donna!!!!!

  • marimanzo@gmx.net 31 marzo 2018

    Bell’esempio di civilta’. E “le stelle stavano a guardare”….

  • Roberto de Rubertis 31 marzo 2018

    negri il male assoluto

  • alberto.caioli@email.it 31 marzo 2018

    Ma come si permette questo bastardo nero? Subito espulsione per questo “mangia pane a scrocco”! E poi mandiamoli tutti a casa di quel baccalà di Renzi……!

  • davidepierco@tiscali.it 31 marzo 2018

    Questo fanno i negri…proprio come in Sudafrica, cio’ che gli ostacola gli muovono violenza. Ma chi e’ costui ? Un clandestino, ovvio.

  • gio@studio-padovani.it 31 marzo 2018

    questi delinquenti devono essere rispediti a casa loro senza se e senza ma e gli sbarchi devono essere bloccati. Gli italiani non ne possono più di vedere questa gente che fa quello che vuole, non paga il biglietto sui treni e sugli autobus, spaccia la droga etc e quando viene arrestata è rimessa in libertà il giorno dopo. E’ per questi motivi che ritengo sia vicina una rivolta popolare che faccia capire ai nostri politici che quello che hanno fatto sin ora – svuota carceri, depenalizzazione di molti reati, accoglienza indiscriminata degli immigrati solo per accondiscendere alla politica insensata pro-islam del vaticano etc,- è stato non solo stupido ma anche molto pericoloso per la sicurezza dei cittadini che pagano le tasse e che, in parte,sono anche stati costretti (anche le donne) ad armarsi per difendersi da questi delinquenti

  • giorgio.debiasi.561q@alice.it 31 marzo 2018

    Tutto bene, la dottrina della sinistra contro il centro destra sta dando i suoi frutti, a breve una marcia antirazzista e antifassista a favore di questi immigrati.

  • giorgiorapanelli@virgilio.it 31 marzo 2018

    Nessuna meraviglia… Però è ancora uno dei tanti fatti isolati. Abbiamo in Italia due bombe pronte ad essere fatte brillare al momento opportuno, se chi ha messo le mani sull’Italia e sull’Europa, teme la perdita del potere sul popolo: la bomba degli immigrati clandestini africani, e la bomba musulmana. Allora vedremo all’opera la realizzazione dei fautori del piano del multiculturalismo, che verrà alla luce come strategia. Altro che buonismo, fratellanza cristiana e diritti delle popolazioni…