Imbrattano con la falce e martello un murale in onore di Dalla Chiesa

mercoledì 28 marzo 17:44 - DI Redazione

È stato imbrattato nella notte il murale dedicato al generale Carlo Alberto Dalla Chiesa nel quartiere Ortica di Milano. Sull’immagine è stato scritto con vernice rossa “assassino, torturatore, i compagni non dimenticano”, la data del 28 marzo 1980 e il simbolo della falce e martello. Il 28 marzo 1980 i carabinieri guidati da Dalla Chiesa fecero irruzione in via Fracchia a Genova, in un appartamento usato come base dalle Brigate rosse. Nel blitz furono uccisi tre brigatisti e la proprietaria dell’appartamento. Le rievocazioni, nei giorni passati, del quarantennale della strage di via Fani hanno evidentemente risvegliato qualche nostalgico del “partito armato”

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • gio@studio-padovani.it 29 marzo 2018

    Forse in Italia ci sarebbe bisogno di un secondo Napoleone

    • marimanzo@gmx.net 29 marzo 2018

      Scusi Giovanni, perche’ Napoleone? Cosa intende?

  • roccoangela60@yahoo.it 29 marzo 2018

    Che tristezza!!!

  • maurocollavini@libero.it 29 marzo 2018

    Bastardi, banda di c******: Gli eroi non si toccano: Siete solo delle m*****, vi nascondete come i più vigliacchi partigiani o fascisti, perché i vigliacchi come voi stanno dappertutto. Tra l’altro, Vi informo che il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa era pure di sinistra. Agli eroi come lui, Falcone, Borsellino e gli altri giudici, magistrati, tutori dell’ordine etc. si devono gli onori più alti della Patria.

  • 29 marzo 2018

    Ancora lo Stato e la Stampa….fanno finta di non vedere, non capiscono che tutti i segnali portano verso il terrorismo armato di matrice rossa, tutti miopi di conseguenza tutti colpevoli…..

  • marimanzo@gmx.net 29 marzo 2018

    Che brutta gente c’e’ in giro in Italia. Che vergogna.

  • amerigo.lori@alice.it 29 marzo 2018

    E’ una cosa vergognosa, ma, lo sappiamo, Boldrini “licet” . . .Con la collaborazione di Anpi, Centri (A)sociali etc.

  • giulioarditi@libero.it 29 marzo 2018

    perché gli assassini di Moro e agenti di scorta sono tutti liberi? riveriti ed in posizioni di rilievo

  • studioappeddu@tiscali.it 29 marzo 2018

    Con questo articolo avete solo dato pubblicità a questa vigliaccata. Ignorate questa gentaglia!

  • gdetoffoli@yahoo.it 28 marzo 2018

    Non ha risvegliato.. sono sempre lì in attesa di ordini… lo abbiamo visto anche recentemente solo che hanno spedito i ragazzi in addestramento.