Il “compagno” Claudio Amendola elogia Salvini: «È il più capace»

martedì 27 marzo 15:38 - DI Gianluca Corrente

Una dichiarazione inaspettata, quella di Claudio Amendola. Da sempre a sinistra, spesso a sinistra della sinistra, l’attore ha elogiato il leader della Lega. «Matteo Salvini è il politico più capace degli ultimi venti anni», ha detto a L’aria che tira su La7, ospite di Myrta Merlino. La situazione politica è diversa, la classe operaia vota a destra. Lui non ha “tradito” le sue idee, ha votato Liberi e Uguali, e quindi la Boldrini e Grasso. Ma oggi auspica un accordo di governo con Luigi Di Maio: «Salvini ha rappresentato gli operai, sono stati presenti. Questo è stato il vantaggio della Lega, occupare il territorio in prima persona. Ora Lega e Cinquestelle possono trovare la quadra e devono governare». Ma non solo. «Ho provato a scrivere una lettera alla sinistra che non c’è più, ma non mi uscivano le parole, ma solo parolacce…». Un’inversione di rotta rispetto al passato, quando Amendola si scagliava contro Salvini, ripetendo la solita litania sulla Roma antirazzista e soprattutto alla vigilia dell’annunciata visita del leader leghista alla Garbatella. Battute sferzanti: «È un dilemma, tutto il quartiere è preoccupatissimo: Matteo Salvini dovrebbe venire qui a fare campagna elettorale, ma noi non sappiamo ancora cosa fargli mangiare».

Claudio Amendola, la sinistra e Mediaset

In passato, l’attore . sempre schieratissimo, si era spinto fino specificare – in varie interviste – che «non c’è da vergognarsi in Italia di essere comunisti. Ricordo una volta, da piccolo, Enrico Berlinguer. Un giornalista gli chiese: “Lei è comunista ma che dice dell’isola di proprietà della sua famiglia?” Berlinguer disse: “Non rispondo a domande cretine”». Claudio Amendola resta uno dei volti più noti di Mediaset. Sì, proprio lui, un uomo di punta dei canali berlusconiani. Uno dei suoi maggiori successi è stato quello dei Cesaroni, un successo durato sei stagioni. La fiction racconta le vicende di una famiglia allargata, il cui cognome è Cesaroni, composta da due ex fidanzati, Giulio e Lucia, che si ritrovano per casualità ad un semaforo dove riscoprono il loro amore, si sposano e vanno a vivere a casa di lui, a Roma, con i tre figli di lui (Marco, Rudi e Mimmo) e le due figlie di lei (Eva e Alice).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giulioarditi@libero.it 30 marzo 2018

    almeno Mediaset potrebbe dare un po’ spazio ad attori, cantanti, comici che non siano dichiaratamente di sinistra…

  • Defogg_7@yahoo.com 29 marzo 2018

    Comunista e fascista.Tuuta la destra italiana si basa soltanto sulla avidità della gente.Avidita e stupidità.

  • marimanzo@gmx.net 28 marzo 2018

    Scusate ma io non capisco tutte queste polemiche.
    Siamo in democrazia e ognuno ha il diritto di esprimere
    la propria opinione, inoltre e’ possibilissimo che uno
    cambi idea sulla politica. Io sono stata per anni dalla
    parte del PD ma dopo tutto cio’ di negativo che hanno
    fatto al mio Paese e ai miei connazionali, ho perso la
    fiducia. La fiducia adesso l’ho riposta in Salvini e Meloni.
    Stiamo calmi e facciamoli lavorare, sono sicura che le
    cose cambieranno. (ma speriamo che li facciano lavorare…)

  • segreteria@associazionedecimaflottigliamas.it 28 marzo 2018

    DEVE SOLO STARE ZITTO : COMUNISTA VOLTAGABBANA SENZA VERGOGNA.

  • maurocollavini@libero.it 28 marzo 2018

    Egr. Attore, regista etc. non ho mai capito perchè lei fosse comunista e come facesse a votare gentaglia come la maggior parte degli attuali piddini. Io sono sempre stato dall’altra parte e la penso come Lei epr quanto riguarda il possibile accordo tra i grillini ed il cdx con a capo Salvini. Uniti probabilmente riusceranno a fare tutte le cose che noi da destra e voi da sinistra speravate

  • corro49@hotmail.it 28 marzo 2018

    Quando c’e’ da “magna'” nn si guarda in faccia a nessuno, altro che sinistra e destra, questi siamo noi gli ITAGLIANI