I migranti molestano una bimba e l’Europa se la prende con Salvini

venerdì 2 marzo 10:54 - di Federica Argento
migranti referendum

Siamo al paradosso. La commissione europea si scatena contro Matteo Salvini per un tweet sui migranti e tuona che dev’essere cancellato entro ventiquattr’ore. Tutto parte da un fatto di cronaca molto grave: a Venezia alcuni migranti avevano molestato una bambina. E il leader della Lega aveva commentato. A suscitare l’ira funesta dei politicamente corretti di Bruxelles non è stata la violenza su una minorenne ma le parole del leader della Lega, parole che – secondo il commissario della Giustia Ue Vera Jourova, possono incitare alla violenza. Ma che cosa aveva scritto di tanto grave Salvini? Ecco il tweet “incriminato” : “Poco più di una bimba, in pieno centro a Venezia. Ora è caccia a un gruppo di nordafricani. Spero che li prendano. Li darei in mano ai genitori… Basta!”. Sostanzialmente è quello che pensano tutti, ma per Bruxelles, per il politicamente corretto e per le ipocrisi buoniste non si può dire. Anzi, è vietato dirlo, tanto da imporre la cancellazione. La Jourova ha anche il coraggio di documentare la sua decisione: occorre fare una valutazione caso per caso se un messaggio rientra nella definizione di discorsi vietati di incitazione all’odio, cioè se ha il potenziale di incitare la violenza nella vita reale. E – riferito al tweet di Salvini – aggiunge: “Un messaggio, in cui si lancia un appello a dare la caccia a delle persone, può incitare perché dare la caccia alle persone è qualcosa di molto brutale e può rientrare in questi parametri”. Invece di intimare ai “migranti” di non molestare le bambine, la UE attacca Salvini. Questa si chiama incoscienza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • piero vassallo 1 aprile 2018

    il molestatore è forse più sacro della bambina molestata? il “politicamente corretto” può spingersi fino al capovolgimento della morale? Quanto ai parassiti ai quali allude Gio sarebbe opportuno rammentare
    l’invito dfi Veltroni rivolto ai terzomondiali: “Venite!”.

  • RAFFAELE 3 marzo 2018

    EUROPA,UGUALE A PERMESSIVISMO E BUONISMO . . .

  • giancarlo 3 marzo 2018

    FUORI DA QUESTA EUROPA DI MERCANTI AL SERVIZIO DELLE BANCHE E DEL SIONISMO INTERNAZIONALE

    • Ros. 3 marzo 2018

      Basta alle leggi a senso unico dell’ Europa. L’ Italia deve rivendicare la sua autonomia. Per noi i bimbi non si toccano, gli anziani non si toccano, i deboli non si toccano. Prima gli italiani . Sempre.

  • gisella falzoni 3 marzo 2018

    non è razzismo se non vogliamo trasferire tutta l’Africa e medio oriente in Italia. Hanno ragione gli altri paesi che rifiutano di farlo. Non c’è nessuna emergenza perché non si scappa dalla guerra con previsioni per i prossimi anni, se si deve scappare, si scappa subito. Fra l’altro gran parte viene dai paesi senza guerra, dunque è chiarissimo il disegno dell’invasione. Poi l’Italia non è il Babbo Natale del mondo islamico che deve accoglierli tutti e risolvere i loro problemi, fra l’altro in cambio di violenze e prepotenze. Gli arrivi non sono da limitare, a di bloccare del tutto. Pensiamo di aver dato già abbastanza, anzi troppo !

    • Mara 3 marzo 2018

      hai ragione gisella bisogna effettivamente bloccare questa invasione.
      Io sono molto religiosa e sempre propensa ad aiutare il prossimo, ma questo che sta’
      accadendo in Italia va’ contro la mia religione, la mia gente, la mia Patria.
      Se fossero venuti scappando da una guerra, comportandosi bene, avendo rispetto per
      la nostra religione e il nostro modo di vivere, non avrei avuto nulla in contrario.

      • edoardo 3 marzo 2018

        concordo pienamente con te. Chi non rispetta la nostra Religione, la nostra cultura, la nostra storia e la nostra Patria se ne deve andare.

  • sergio 3 marzo 2018

    Bruxelles, mi hai rotto i c*******. Vattene a******.

  • FAUSTO 3 marzo 2018

    Si parla di + Europa, ma io penso sia necessario – Europa e più buon senso civico e responsabilità. Interventi come quello della donna non so come si chiama quelli si che incitano all’odio per reazione. Basta con i buonisti e pugno di ferro contro delinquenti di importazione, delinquenti autoctoni e quelli naturalizzati a cui si dovrebbe togliere la cittadinanza italiana e rispedirli al loro paese. Prima di dare la cittadinanza a qualche extra occorre essere molto prudenti. lo insegna il caso di HOSNI, cittadino italiano con la pelle scura.

  • Giorgio Colomba 3 marzo 2018

    Dunque, Salvini twitta chiedendo di dare la caccia al gruppo di nordafricani che a Venezia ha molestato una bimba ed il Commissario Ue alla Giustizia, Jourova, rampogna non le ‘risorse’, ma il leghista per il “messaggio brutale”. Capito come funziona a Bruxelles?

  • davide cogliati 3 marzo 2018

    L’EUROPA ORMAI PREDICA SENTENZE A SENSO UNICO, SA E COMPRENDE APPIENO CHE CON IL CENTRO DESTRA LA SUA PACCHIA ED IL SUO CONTROLLO SULL’ITALIA HA TERMINE….IN QUANTO A QUESTI CLANDESTINI SPACCIATI PER PROFUGHI SI DICA BENE CHE MOLESTANO PERCHE’ ISLAMICI E PER LORO E’ NORMALE LA PEDOFILIA, DA NOI E’ PUNITA. L’EUROPA SI E’ PIEGATA ALLA SOTTOMISSIONE, CON IL CENTRO DETRA L’ITALIA MAI SI SOTTOMETTE, VAI GIORGIA, VAI SALVINI, VA DI STEFANO !!!!!

  • Vier 3 marzo 2018

    E pensare che paghiamo una quota stratosferica a questa minchionesca associazione chiamata EU: quando la smetteremo di pagare, tirando fuori i grandicogli?

  • amerigo 3 marzo 2018

    Europa? L’unico risultato che, dopo il parlamento italiano, ci troviamo a pagare una pletora di “politici” europei che non fanno niente, ripeto; NIENTE per gli europei, ancora meno, se possibile, per gli Italiani. Già con i vari/e boldrini, fedeli, boschi etc. ci sarebbero le premesse per una rivoluzione, figuriamoci con i vari soloni che, a Bruxelles, aprono bocca a sproposito…

  • Silvia Toresi 3 marzo 2018

    Se è grave il tweet dell’on. Salvini, quanto è più grave l’azione commessa dai nordafricani?

    • gmx 3 marzo 2018

      Ormai e’ tutto fuori controllo…si salvi chi puo’…

  • mario galletti 3 marzo 2018

    l’erodeficenti

  • Giorgio 3 marzo 2018

    non posso scrivere quello che penso verso questa Europa, altrimenti le direi troppo brutte e grosse

  • Angela 3 marzo 2018

    Mi piacerebbe che un extracomunitario se la prendesse con la figlia o una parente stretta di questi personaggi così BUONISTI per poi vedere come la pensano. Sarà colpa di Salvini anche in quel caso??

  • PIERO 3 marzo 2018

    V********* BRUXELLES!

  • eddie.adofol 3 marzo 2018

    invece ci dovrebbe essere la pena di morte x stupri e violenze carnali in primis ai minorenni, perciò questi boiacci negri venuti dal nulla dovrebbero essere messi subito al muro e essere giustiziati sul posto altro che accoglienza del cxxxo, dovrebbe succedere a questa parlamentare europea e, a tutte quelle che la pensano come lei, essere violentate dai clandestini di tutte le razze bianche e nere, poi sentiamo di come la pensano.

  • 2 marzo 2018

    VIVA LA SOVRANITÀ ITALIANA!!!

  • 2 marzo 2018

    Ma se la prendono in quel posto!!! Gli altri europei sono i veri razzisti non vogliano immigrati nelle loro nazioni…solamente a cenerentola di Italia…e un complotto Europeo, perché Italia e la più povera di Europa…SVEGLIATEVI e conoscano la Italianeta molto bene…

  • Francesco Ciccarelli 2 marzo 2018

    I Commissari europei che accusano Salvini vivono in un Paese (il Belgio) dove i pedofili restarono impuniti per anni! Qual è la conclusione?

    • Marco 3 marzo 2018

      . pe do’ mani

  • michele 2 marzo 2018

    La Vera Juronova mprovien da un pese dove gli Africani non soggironano o transitano. La “commissaria” dovrebbe innazitutto tener conto che in Italia abbiamo un numero sproporzionato di nullafacenti che il Governo ci obbliga a mantenere. Voi Cheki nonostante le deoanzioni ricevute dalla EU rifiutate addirittura il transito di energumeni. In secondo luogo auguro alla Signora in merito, come lo auguro a tutte le madri che predicano buonismo, la malasorte d’avere: figlie, nipoti, cugine, cognate, zie, madri, nonne e loro stesse d’essere molestate. Visto ed appurato che per certuni da otto mesi ad ottanta anni tutto fa brodo !

  • Marisa 2 marzo 2018

    Meglio che la UE cominci a fare l’interesse del popolo e non delle multinazionali e delle invasioni programmate per schiavizzare tutti i popoli. Se questa è la UE meglio andarsene. Questi stranieri stanno rendendo la vita difficile agli italiani, le persone non possono più camminare liberamente per le strade o andare nei parchi. Siamo arrivati a questo punto e ciò, non va bene. L’Italia deve ritornare a comandare, non essere succube su tutto.

  • roberto 2 marzo 2018

    chi incita a dare la caccia a imigranti non è Salvini….sono gliimmigrati IRREGOLARI che vanno a caccia delle bambine, nostre e non….
    Il parlamento europeo è una brutta barzelletta e l’Eropa pure

  • 2 marzo 2018

    ogni ulteriore commento è superfluo……oltre a dare la caccia a questi depravati “diversamente colorati”….bisognerebbe aprire la stagione della caccia a Bruxelles!!!!

  • Vincenzo 2 marzo 2018

    Fanno chifo con questo politico correct si parla sempre di democrazia e liberta’ ma siamo ormai a uno stato mentale intollerabile di alcuni di questi imbecilli che credono di essere corretti se se stessi quando il buon senso non rapresenta piu niente magari viene anche penalizzato.
    Che schifo.

  • gio 2 marzo 2018

    Vera Jourova è degna compare della Boldrini. Tanto nelle idee strampalate, quanto nell’arroganza e, purtroppo, anche nel lauto stipendio (pagato dai cittadini ovviamente). Due disadattate che nessun datore di lavoro sano di mente si sognerebbe mai di assumere.

  • Massimiliano Di Felice 2 marzo 2018

    Permettetemi di correggervi. Questa non si chiama incoscienza ma collusione.

  • Laura Prosperini 2 marzo 2018

    ma ancora più assurdo che un *** burocrate UE possa cancellare o far cancellare l’opinione di un parlamentare Italiano che gode o dovrebbe godere appieno di questo suo diritto.
    Non ho parole ma solo parolacce.
    Laura

  • gio 2 marzo 2018

    Siamo andati ben oltre la fantascienza ormai. Se qualcuno ci avesse detto cosa sarebbe diventata l’europa del politically correct venti o trent’anni fà, non lo avremmo creduto possibile.
    Che qualche burocrate europeo (tanto strapagato quanto inutile) debba bacchettare sulle mani un politico italiano che ha detto una cosa di assoluto buon senso è davvero incredibile. Una volta il gruppetto di nord-africani delinquenti non solo non sarebbe entrato in Italia, ma in un caso del genere ci avrebbero pensato i genitori, i parenti e gli amici del quartiere a far subito giustizia…
    Ma questi parassiti che siedono sugli scranni europei, non hanno figlie ?