Francia, torna l’incubo del Bataclan. Il terrorista: «Liberate Salah Abdeslam» (video)

Tutti gli ostaggi che si trovavano all’interno del supermercato di Trebes sono liberi. Lo ha detto il sindaco della cittadina, Eric Menassi, secondo il quale, con il sequestratore all’interno del supermercato sarebbe rimasto soltanto un ufficiale della gendarmeria. Il terrorista, che ha rivendicato la sua appartenenza all’Isis, avrebbe chiesto il rilascio del boia del Bataclan, Salah Abdeslam.

«Un uomo ha urlato e ha sparato più volte. Ho visto una porta di una cella frigorifero, ho detto alla gente di venirsi a mettere al riparo. Eravamo in dieci e siamo rimasti un’ora. Ci sono stati altri spari e siamo usciti dalla porta di emergenza posteriore», ha raccontato un ostaggio. Nel corso dell’attacco, secondo quanto riferito dalle forze di polizia, sarebbero morte due persone, un dipendente del supermercato e un cliente, e altre 12 sarebbero rimaste ferite. Fra i feriti vi è anche un agente della Crs, Compagnie Républicaine de Sécurité, che era stato colpito da colpi esplosi da un’auto mentre faceva jogging con tre colleghi. L’auto, ritrovata in un parcheggio del supermercato, secondo quanto trapelato, sarebbe intestata a un uomo di nazionalità marocchina, noto ai servizi interni francesi della Dgsi.

«Le operazioni non si sono concluse. La sezione antiterrorismo della procura di Parigi è stata incaricata del caso e tutto lascia pensare che si tratti di un atto terroristico», ha commentato il premier francese Eduard Philippe, chiarendo di essere «in contatto stretto e costante con il presidente della Repubblica». Emmanuel Macron si trova a Bruxelles per il vertice europeo.

Video