Firenze, la meningite killer torna a colpire: la vittima è un uomo di 80 anni

Torna a riaccendersi la paura in Toscana, per l’esattezza a Firenze, dove un anziano di 80 anni è morto in seguito a un attacco fulminante da infezione meningococcica di tipo C. Ancora una vittima del terribile batterio killer, ancora l’incubo del contagio e lo spettro di un pericolo invisibile che torna a presentarsi in una regione dove i casi al limite dell’epidemico di susseguono ormai da anni, nonostante un grande lavoro socio-culturale animi il dibattito sull’opportunità vaccinale e malgrado la profilassi vaccinica funzioni più e meglio che altrove.

Firenze, meningite: ancora una vittima

Dunque, ancora un caso, ancora una vittima della meningite fulminante: l’anziano – emerge da fonti ospedaliere sul decesso – colpito dal batterio killer e morto nella notte tra lunedì e martedì all’ospedale fiorentino di Torregalli per una sepsi menigococcica fulminante, non era vaccinato. L’Azienda sanitaria ha confermato la notizia, anticipata questa mattina da un servizio della Nazione. Una notizia a cui viene fatta seguire l’aggiunta secondo cui, con quest’ultima vittima, si è arrivati già al terzo decesso del 2018, in Toscana: 3 vittime su 5 casi di meningite, di cui 4 di tipo C. Riscontri che alimentano la paura…