Feltri rincara la dose su Brunetta e Berlusconi replica: non mi intimidisco

A complicare gli equilibri nel centrodestra ci si mettono anche gli impietosi commenti di Vittorio Feltri su Libero, che prendono di mira Renato Brunetta: “Un gattino arrabbiato che ignora di aver perso e se la prende con Salvini che l’ha battuto”. E ancora: “Al provvisorio capogruppo azzurro non entra in testa che il suo partito è fallito e con esso i suoi dirigenti, non escluso Berlusconi a cui vanno a genio le elezioni – quanto gli spaghetti – alla puttanesca, le quali tuttavia sono indigeste ai cittadini. Risultato: i consensi diminuiscono drammaticamente, rendendo ridicole le pretese del Cavaliere e dei suoi amichetti, nonché amichette, di salire sul podio a dirigere la orchestra”.  Il Tempo non è da meno assicurando che sarebbe ora di cambiare aria nel gruppo di Forza Italia alla Camera dopo cinque anni del “gaffeur” Renato Brunetta. Agli attacchi dei quotidiani di Angelucci ha replictao lo stesso Silvio Berlusconi: “Considero gli attacchi giornalistici dei quali è oggetto Forza Italia e il particolare il suo Capogruppo Renato Brunetta ben al di là del legittimo diritto di critica della nostra azione politica. Né Forza Italia né io ci siamo mai fatti intimidire da questo tipo di aggressioni e continueremo a lavorare con la serietà e la serenità di sempre per far uscire il Paese da questa delicata situazione di stallo e assicurare all’Italia un governo stabile”.