Fabrizio Frizzi colpito da un “nemico” invisibile: ecco perché non ce l’ha fatta

martedì 27 marzo 14:44 - di Redazione

In tanti, amici, vip, semplici conoscenti, nel rendere omaggio a Fabrizio Frizzi, sia in ospedale che presso la camera ardente, hanno sottolineato come il popolare conduttore fosse da tempo consapevole di una malattia, la cui manifestazione finale è stata l’emorragia cerebrale che lo ha stroncato. Un tumore lo affliggeva rendendo impossibile qualsiasi intervento chirurgico? Lo lascia imtendere su Libero  e su Dagospia la parlamentare Melania Rizzoli, medico che spesso si dedica ad articoli sui temi della salute. «Il conduttore televisivo più amato dagli italiani era consapevole di essere affetto da una malattia che aveva coinvolto il suo cervello e che il suo non era stato soltanto un accidente vascolare, perché quella “ischemia” che lui stesso aveva raccontato era stata invece solo il primo campanello di allarme di una patologia che non era stata operata, ma che aveva segnato i presupposti della sindrome neurologica che lo ha condotto all’ emorragia fatale».

Nello scorso ottobre Fabrizio Frizzi era stato colto in diretta televisiva da un malore riconducibile ad una patologia cerebrale ma con tutta probabilità sotto c’era qualcosa di peggiore di una semplice fragilità vascolare. «Fabrizio Frizzi in questi mesi di fatica fisica e psicologica, tra esami, cure quotidiane radioterapiche e chemioterapiche, effetti collaterali evidenti, controlli e riabilitazione, non si è però sottratto a vivere la vita, a continuare a lavorare in televisione, consapevole di condurre una battaglia non facile, come lui stesso ha definito il percorso della sua patologia, nella speranza di poter vincere la sua guerra personale, come ha più volte dichiarato. Purtroppo non è andata così, ma il suo esempio sarà di aiuto ai tanti malati che si trovano nella sua stessa condizione…».

Uno dei tanti bellissimi esempi che Frizzi ha lasciato dietro le spalle…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Trouble_054@yahoo.it 29 marzo 2018

    Ho assistito al funerale di Fabrizio commozione enorme. Poi ho notato la targa dell’auto sulla quale c’era il feretro. FB 069 FZ, ma che coincidenza le lettere con il suo nome sembrano l’abbreviazione del suo nome e cognome. Uomini come lui pochi è dire troppo. Vola nel cielo gli angeli ti hanno voluto con loro.

  • Giulianaluini@virgilio.it 29 marzo 2018

    Sono rimasta scioccata a leggere della sua dipartita , avevamo tutti i dubbi della gravità della sua malattia ma non credevAmo che fosse così imminente. OrA vola vola sempre più in alto proteggi la tua famiglia rimasta su questo pianeta. Peccato non averti conosciuto personalmente. Solo ora abbiamo saputo della tua generosità e. Altruismo verso il prossimo.

  • giancarlos1981@hotmail.it 28 marzo 2018

    Io credo in Dio, ma ho sentito parlare di tumore, perché a lui che non ha fatto altro che bene, perché a lui che aveva una figlia di 5 anni da crescere? ??? Spero che questa Pasqua mi dia una risposta

  • sergio la terza 28 marzo 2018

    Abbiamo partecipato commossi al funerale di Fabrizio Frizzi ed,anche in questa occasione,abbiamo notato che fra tutti i suoi amici e conoscenti c’era qualcuno che ha sfruttato l’occasione per mostrarsi imbellettata ed berettata.-Ha avuto anche il coraggio di mostrarsi sul leggio a leggere le sacre scritture

    • marimanzo@gmx.net 28 marzo 2018

      Sergio, non sta’ mica parlando di Milli Carlucci? Io spero di no, sarebbe una tale
      ingiustizia. Lei ha guardato solo l’esteriore? Non ha visto le lacrime sicere di Milli?
      Le posso solo dire che mia madre mi e’ morta fra le braccia, e’ stata un’esperienza
      tragica, tremenda per me. Il giorno dopo pero’, al suo funerale, ho inghiottito un
      calmante, mi sono vestita bene e truccata. In onore di mia madre, perche’ so’ che
      lei ci teneva tanto.
      Ecco, anche questo e’ amore.

    • eizaghi@alice.it 28 marzo 2018

      purtroppo proprio i due, lui e lei, che hanno letto in Chiesa mi convincono molto poco come tutti coloro che erano li ma anche sui giornali quando fu accusato di guadagnare troppo a partire da Miss Italia. Non importa era e sarà’ sempre ricordato come un’ottima persona.

  • romano.m@email.it 28 marzo 2018

    Sei stato un “GRANDE”, Fabrizio. Grazie da tutti noi.

  • pacriel@alice.it 28 marzo 2018

    Pur non conoscendoLo personalmente, L’ho sempre considerato un Amico. Un Amico sincero, leale, gentile. E vero. Come vero, era il Suo grande sorriso. – Non Ti dimenticherò Fabrizio. Non Ti dimenticherò mai. – Patrizia.

    • discopolo58@yahoo.it 29 marzo 2018

      è vero…era uno di famiglia.

  • marimanzo@gmx.net 28 marzo 2018

    Ho appena seguito il suo funerale nella chiesa degli artisti.
    E’ stata una cerimonia molto commovente e qualche lacrima
    l’ho versata anch’io, ma non per una persona famosa della TV,
    ma per un uomo di valore nella vita privata.
    Purtroppo ce ne sono troppo pochi.