Exit poll: testa a testa tra Forza Italia e Lega, Fratelli d’Italia a un passo dal 5%

Gli exit poll danno un testa tra Lega e Forza Italia, con un leggero vantaggio dei primi, nell’ambito di un centrodestra che sulla base dei primi riscontrisi attesterebbe tra il 33 e il 36%, prima coalizione politica ma senza i numeri per governare. Il Movimento 5 Stelle, secondo i dati forniti da Vespa su RaiUno, è al 29,5-32,5% Partito democratico è al 20-23% Lega è al 13-16% Forza Italia è al 12,5-15,5% Fratelli d’Italia è al 3,5%-5,5% Liberi e uguali è al 3-5% +Europa Bonino è al 2-4% Noi con l’Italia – Udc è al 0,5-2,5% Civica Popolare Lorenzin è al 0-2% Insieme Italia Europa è al 0-2% Svp è al 0-1%.

“Speriamo bene, più di questo non potevo fare, visto anche il tempo così breve a disposizione per la campagna elettorale…”. Silvio Berlusconi segue da Arcore con apprensione l’esito del voto insieme ai suoi fedelissimi. Consapevole di aver fatto il possibile, a preoccupare il Cav le notizie che arrivano da Roma che parlano di un testa a testa tra Fi e Lega (entrambi dati tra il 13 e il 16%) e un Movimento cinque stelle saldamente attorno al 30%, con forte crescita soprattutto al Sud. Percentuali che farebbero venir meno la prospettiva di larghe intese. A Villa San Martino è già suonato il campanello d’allarme.  Per ora, i vertici di Fi invitano alla cautela, in attesa di risultati più definitivi. Paolo Romani, capogruppo azzurro al Senato, ospite di ‘Porta a Porta’, commentando gli ultimi exit poll, minimizza (”C’è una sana competizione interna al centrodestra con Fi e Lega, che si contendono il primato”) ed esprime soddisfazione per il dato provvisorio a livello di coalizione: ”Comunque, il centrodestra arriva prima, è in testa”.