Eliminò la Juve al Torneo di Viareggio: ex calciatore preparava attentati (video)

“Una grandissima gioia. Grazie Verona”. diceva così Mame Fily Sall, quattro anni fa alla tv scaligera all’indomani di una vittoria contro la Juventus. Sembra incredibile che il giovane calciatore sorridente che in queste immagini commenta la vittoria del Verona dopo il suo goal decisivo sia diventato un pericoloso jihadista. Ma il protocollo “anti-terrorismo” utilizzato dalla Questura vicentina non lascia dubbi. Mame Fily Sall, cittadino senegalese di 21 anni, residente a Torrebelvicino (Vicenza) è stato espulso dall’Italia in queste ore.

Mame Fily Sall dopo l'arresto

Mame Fily Sall dopo l’arresto

Per la polizia veneta il giovane ex calciatore preparava attentati

Il provvedimento è stato eseguito dalla polizia di Stato che giovedì sera ha proceduto all’accompagnamento del giovane alla frontiera aerea. A Milano Malpensa è stato imbarcato su un volo diretto al Paese di origine. Il giovane, hanno spiegato gli investigatori che l’hanno monitorato per settimane, aveva manifestato in più occasioni un forte interesse per cercare di reperire armi da fuoco e sostanze chimiche, e in un’occasione era stato trovato in possesso di un’arma. Tra i precedenti, anche un episodio di minaccia in una gioielleria di Schio dove aveva esibito platealmente un coltello con una lama di 30 cm. In quell’occasione era stato denunciato dai carabinieri.

Quattro anni fa calciò il rigore decisivo contro la Juventus

Colpisce appunto che il 21enne aveva anche un trascorso di calciatore nelle giovanili di squadre di rilievo. In Primavera con l’Hellas Verona aveva giocato 35 persone nel ruolo di mediano. All’attivo anche 9 presenze nel torneo di Viareggio. Proprio nel corso di un’edizione del torneo di Carnevale aveva segnato il rigore decisivo eliminando la Juventus. Era il febbraio del 2014. Quattro anni dopo quell’exploit, la clamorosa quanto imprevedibile parabola: da promessa del calcio ad aspirante terrorista.