Durante l’omelia augura a papa Francesco di morire: “È lontano da Gesù”

lunedì 19 marzo 17:45 - di Redazione

Durante l’omelia in una chiesa di Cracovia ha augurato a Papa Francesco di morire, provocando sconcerto tra i fedeli. I media locali hanno così ripreso le parole del sacerdote polacco Edward Staniek: “Prego che il Papa abbia discernimento, che il suo cuore si apra allo Spirito Santo, e anche che possa tornare presto alla Casa del Padre se ciò non dovesse accadere – ha detto in chiesa – Posso sempre chiedere a Dio una buona morte per il Papa perché la buona morte è una grande grazia”. L’arcivescovo di Cracovia è intervenuto per condannare l’uscita del prete che da tempo manifestava critiche nei confronti di papa Francesco, accusandolo di essere troppo liberale e rimproverandolo per le eccessive aperture ai musulmani, “allontanandosi – questa la denuncia di padre Staniek – da Gesù”. Edward Staniek, 77 anni, ordinato sacerdote nel 1965 dall’allora monsignor Karol Wojtyla, poi diventato rettore del seminario ai tempi del papa polacco (1993- 2001), si sarebbe espresso così nel corso dell’omelia del 25 febbraio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Pino1° 21 marzo 2018

    fedeli in Cristo sono cristiani. Il Cristianesimo è la fede degli Anglicani, Protestanti, Ortodossi, Cattolici,Copti,Maroniti ed altri ancora se pur meno noti come i bizantini, Armeni, Greci, Croati, Caldei, Albanesi, Bulgari ed altri ancora. Da Cristo stesso che cacciò i mercanti dal tempio, la fede in cristo di cui si appropriano di volta in volta degli esseri secolari mette a rischio la purezza della fede in se. La chiesa cattolica è la più strutturata. Va anche ricordato che nel tempo si è contraddistinta per la spiccata attitudine alla politica, agli assassinii su larga scala (inquisizione) ruberie ad altissimi livelli (re, principi, stati, congregazioni, crociati,templari ecc.) alla estinzione di interi popoli, usanze,religioni diverse da se, (africa,america del sud, asia ecc) La figura di papa-re così come il potere temporale dei papi si è modificata da poco tempo, centinaia di anni ma, persiste tenacemente nella struttura militare ancora presente e non mi riferisco a gesuiti, opus dei od allo ior, bensì dai cardinali, vescovi fino al pretino di campagna alla don camillo (magari ce ne fossero) che tramite concordato, caritas ed istituzioni fiancheggiatrici oltre che ristoranti ostelli, alberghi, musei ecc. ‘pompano’ denaro con continui imponenti flussi ! Impoveriscono nella ricchezza, nella storia e nella struttura sociale i paese che occupano e sfruttano cioè noi. Mia nonna e mia mamma mi hanno insegnato che la morte non si augura a nessuno ma, se a dirlo è un ministro della chiesa c’è da crederci! E ci credo fermamente ! Sono cristiano !

  • anonimo 20 marzo 2018

    La Chiesa di Cristo è sotto attacco. Questo usurpatore apre le porte all’islam.

  • gio 20 marzo 2018

    Questo papa è il cavallo di troia dell’islam in occidente. E’ stato imposto da obama e dalla lobby terzomondista islamista. Credo che il terzo mistero di Fatima abbia a che fare con l’invasione islamica in atto e la guerra nelle nostre strade che servirà per ricacciarli indietro. Viva Benedetto XVI, Viva la Cristianità. Fuori i mercanti dal Tempio. Fuori gli eretici come questo argentino traditore.

  • Marcello 19 marzo 2018

    Come dice il sacerdote Staniek, per chi è credente una buona morte è una grande grazia. Quindi, che male c’è ad augurarla al paponzo?

  • maurizio 19 marzo 2018

    ha ragione e siamo in moltissimi a pensarla come lui sopratutto per le parole in favore dei nemici dei cristiani, che fino a prova contraria sono perseguitati sterminati torturati da quei musulmani che quell’ipocrita continua a chiamare fratelli….. si come caino!

  • giorgio 19 marzo 2018

    Non auguro a nessuno la morte ma per quanto riguarda Gesù il parroco ha ragione