Dopo la vittoria grillina al Sud boom di richieste per il reddito di cittadinanza

A Bari come a Potenza, dopo la vittoria del Movimento 5 Stelle, nei centri di assistenza fiscale o presso gli sportelli dei sindacati è aumentato il flusso di persone perché in tanti stanno già chiedendo informazioni per poter accedere al reddito di cittadinanza, la misura di sostegno annunciata in campagna elettorale da Luigi Di Maio. Nel capoluogo pugliese decine di cittadini si sono presentati allo sportello per il lavoro del Comune Porta Futuro. Stessa situazione ai Servizi sociali dei Comuni della Città Metropolitana di Bari. E ciò non avviene solo in Puglia. A Potenza, ad esempio, già venti persone si sono recate allo sportello locale del Csp (Camera sindacale) della Uil. ”Confermo che anche in Basilicata stiamo ricevendo queste richieste presso i nostri uffici – dice  Antonio Deoregi, della segreteria regionale Uil – da parte di cittadini che chiedono come funziona il reddito di cittadinanza. Capisco la loro aspettativa ma stiamo spiegando che questa misura non è ancora attiva e non sappiamo se si verificherà. Se dovesse avvenire, tanto meglio”. A Potenza tale aumento di utenza si era già registrato per la verifica dell’Isee ai fini del Reddito di Inclusione del Governo ma in quel caso (inizio dicembre scorso) si trattava di una misura diventata operativa. ”Tra i richiedenti – aggiunge Deoregi – ci sono anche persone che già beneficiano del Reddito di inclusione. Ci sono anche beneficiari del reddito minimo di inserimento regionale che chiedono se è possibile passare al reddito di cittadinanza visto che le somme sono superiori”.