Dopo Astori un’altra tragedia: giocatore 19enne del Tours morto nel suo letto

venerdì 9 marzo 15:04 - di Gabriele Alberti

Un tragico copione che si ripete e lascia tutti nello sgomento. Un’altra tragedia scuote il mondo del calcio a pochi giorni dalla morte del capitano della Fiorentina Astori. E’ accaduta in Francia, a Thomas Rodriguez, giovane promessa francese,  trovato morto a soli 19 anni nel suo letto presso il centro di formazione del Tours. La notizia del suo decesso è stata confermata “con estremo dolore” dallo stesso club, che milita nella Ligue 2 transalpina. La morte di Rodriguez è avvenuta nella notte tra giovedì e venerdì, per cause ancora da accertare.

Calcio, giocatore 19enne, morto nel sonno

Il giovane centrocampista è stato trovato senza vita nel suo letto dal suo compagno di stanza, che ha allertato il guardiano notturno del club. Sul caso è stata aperta un’inchiesta giudiziaria. L’autopsia sul corpo del giovane calciatore, per determinare l’esatta causa della morte, sarà eseguita all’inizio della prossima settimana. Su richiesta del club la partita della serie B transalpina tra Tours e Valenciennes, inizialmente programma per stasera, è stata rinviata. Un minuto di silenzio sarà osservato negli altri match di Ligue 1 e Ligue 2 in programma nel weekend. Per una maledetta fatalità la notizia della tragica scomparsa di Rodriguez arriva solo cinque giorni dopo quella relativa alla morte del capitano della Fiorentina, Davide Astori, anche lui trovato morto nel letto nell’hotel che ospitava i viola alla vigilia del match di campionato sul campo dei friulani.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • adrianoschi@gmail.com 11 maggio 2018

    ma le visite mediche le fanno, o sono fasulle?

  • marimanzo@gmx.net 10 marzo 2018

    Meno male che e’ successo in Francia (per non sentire che questi fatti succedono solo
    in Italia).
    E comunque penso che evidentemente le visite mediche su questi atleti non siano state
    affidabili al 100% come dovrebbero essere.

    • cicas.56@libero.it 10 marzo 2018

      Era meglio che non succedeva

  • mariosmanca35@gmail.com 10 marzo 2018

    Mi sembra che ci sia molta leggerezza, da parte dei medici sportivi, nel valutare attentamente tutte le qualità fisiche degli aspiranti giocatori. Ammenocché non si tratti di dopaggio… Allora occorre molta attenzione da parte di chi è preposto al loro allenamento.
    Mario Salvatore Manca