Caso Skripal, Trump valuta l’espulsione di 20 diplomatici russi

Il presidente Donald Trump sta valutando l’esplusione di 20, forse di più, diplomatici russi in risposta all’avvelenamento dell’ex spia russa Sergei Skripal, per il quale Londra, che ha già ordinato le espulsioni, accusa Mosca. Lo scrive il Washington Post che, citando fonti statunitensi ed europee, aggiunge che Trump sarebbe vicino alla decisione finale e che l’annuncio, che sicuramente provocherà la reazione di Mosca, potrebbe arrivare già lunedì.

Caso Skripal, la solidarietà degli Usa

L’amministrazione statunitense starebbe ancora cercando di capire, però, in che modo gli altri alleati europei intendano rispondere all’attacco con l’agente nervino. La portavoce del dipartimento di Stato, Heather Nauert, ha detto che gli Stati Uniti stanno valutando «una serie di opzioni per rispondere all’oltraggiosa azione nel Regno Unito, sia per dimostrare la nostra solidarietà con il nostro alleato e considerare la Russia responsabile di questa violazione delle norme ed accordi internazionali». Ma la portavoce non ha voluto specificare quale siano le opzioni considerate e quando potrebbero essere adottate.