Anche la Spagna fa i conti con Burian: un morto, scuole e aeroporti chiusi

giovedì 1 marzo 16:16 - DI Redazione

Anche la Spagna fa i conti con Burian, il freddo siberiano che da giorni sta flagellando l’Europa. Un uomo è morto ieri dopo essere scivolato sulla neve e aver sbattuto la testa nel nord del Paese, dove una tempesta di neve ha paralizzato decine di strade e costretto le scuole a chiudere. La vittima è un uomo di 65 anni, morto mentre camminava su una strada della città basca di Galdakao, secondo quanto riferisce la stampa locale. I servizi di emergenza hanno cercato di rianimarlo, ma, al loro arrivo, non hanno potuto fare altro che confermarne morte. Le nevicate che hanno colpito la Spagna settentrionale hanno anche causato la chiusura temporanea dell’aeroporto di Bilbao per consentire la pulizia delle piste, avvenuta poco prima di mezzogiorno, ha annunciato l’agenzia di gestione dell’aeroporto Aena. La tempesta di neve e freddo ha messo in allerta 40 province di 14 comunità autonome della Spagna per le basse temperature, il rischio di valanghe e onde intense. Le foto di città e strade coperte di bianco hanno trasformato l’hastag #nieve in una delle più utilizzate da Twitter spagnolo. La situazione ha costretto a sospendere le lezioni in Catalogna, una delle regioni in cui sono state registrate nevicate più intense, nonché un evento della Guardia Civil nella città di Logroño a cui doveva partecipare il premier Mariano Rajoy e il suo ministro dell’Interno, Juan Ignacio Zoido.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *