Allarme carceri, interviene l’Ugl: “Sistema penitenziario fallimentare”

mercoledì 14 marzo 19:30 - DI Redazione

“Le carceri italiane sono fatiscenti e il sistema penitenziario è fallimentare“. Lo ha detto il segretario nazionale dell’Ugl Polizia Penitenziaria, Alessandro De Pasquale, nel corso del suo intervento di oggi alla manifestazione organizzata dal sindacato davanti al carcere di Siracusa. All’evento hanno partecipato numerosi agenti penitenziari, che hanno urlato a più riprese la parola dignità. “Secondo i dati ufficiali – ha spiegato ancora De Pasquale – al 28 febbraio dell’anno in corso il carcere di Siracusa conteneva 655 detenuti, di cui 109 stranieri, a fronte di un organico di 250 lavoratori, che comprende il personale del Nucleo Traduzioni e Piantonamenti: è evidente che il rapporto tra agenti e utenti è inadeguato, e ciò va a discapito della sicurezza che dovrebbe essere garantita nelle carceri”. “Si deve fare qualcosa – conclude il sindacalista nazionale – per trovare una soluzione al sovraffollamento di una struttura penitenziaria che potrebbe contenere circa 530 detenuti, e per sopperire alla grave carenza di personale che rende insostenibili le condizioni di lavoro”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • francescofilippini218@yahoo.it 29 luglio 2018

    e il sindacato dei detenuti dove sta?
    Ai detenuti dovrebbe essere insegnato prima di tutto a non fidarsi del prossimo perche’ se sono diventati carcerati significa che hanno creduto troppo nel prossimo e ne sono stati delusi . bisogna insegnare che esiste una legge , e che serve per attaccare il prossimo quando sbaglia , e per sapere come si fa per non sbagliare vivendo insieme .

  • carmineolanda@sippe.it 15 marzo 2018

    Complimenti! Alessandro De Pasquale l’ unico sindacato vero che scende realmente in piazza senza scendere a compromessi. Le gestione delle carceri sta diventando ingestibile, gli stipendi sono da fame, forte carenza di personale aggravata dal tournover è inesistente, personale anziano e pensione lontana, aggessioni in continua crescita, carenza di sicurezza, benessere e tutela, vestiario e automezzi usurati. Mi domando peggio di così, cosa dobbiamo subire in più? I sindacatoni cosa aspettano ad incatenarsi a Montecitorio? VERGOGNA!!! e W L’ Ugl Polizia Penitenziaria, Avanti Tutta ragazzi, non mollate

  • merighifranco1@gmail.com 15 marzo 2018

    De Pasquale va’ ascoltato . . . ha voce in capitolo quale esperto e io normale cittadino mi fido di Lui .
    Suggerisco che tra i “lavori socialmente utili”inserirei l’ampliamento dei carceri usando i detenuti stessi .
    Per mantenere sicurezza e ordine durante questa fase . . . e volendo anche oltre, farei rientrare i circa
    10000 militari impegnati all’estero . Se qualche detenuto riuscisse a fuggire . . . be’ sono sicuro che
    non andrebbe molto lontano . . . i delinquenti stanno troppo bene qua’ e qua’ stanno .