Abusi sessuali nella ginnastica Usa, c’è anche la prima vittima maschile

sabato 3 marzo 10:53 - di Sara Gentile

Un’altra notizia che sconvolge il mondo dello sport. Un giovane uomo ha rivelato di essere stato abusato sessualmente dall’ex medico della nazionale femminile di ginnastica degli Stati Uniti, Larry Nassar, diventando il primo uomo vittima del caso che ha sconvolto questo sport. Jacob Moore ha recentemente intentato una causa federale contro l’Usag e il Comitato Olimpico statunitense (Usoc) per i presunti abusi di Nassar, che già sta scontando condanne per oltre 300 anni di carcere per lo stesso reato e uno per pornografia infantile. Secondo la Cbs, nel 2016 Moore è andato all’ufficio di Nassar per una lesione alla spalla che il dottore ha trattato “con una sessione di agopuntura nella zona pubica e intorno ai genitali”. «La causa indica anche che Nassar ha abbassato i pantaloni al giovane ed esposto i suoi genitali di fronte ad una ginnasta minorenne che era presente», ha aggiunto la Cbs, facendo notare che Moore appartiene all’Università del Michigan, dove si è diplomato l’ex medico. Moore, 19 anni, è anche il fratello della ginnasta Kamerin Moore, una delle centinaia di ragazze e donne che hanno rivelato gli abusi di cui sono state vittime durante i processi nei quali Nassar è stato condannato negli ultimi due mesi. La rivista International Gymnastic ha indicato che la denuncia di Moore è stata indirizzata anche contro l’Università del Michigan, un’istituzione che è stata citata anche lo scorso mercoledì da altri cinque atleti, tra cui la medaglia olimpica Aly Raisman. La 23enne, vincitrice di sei medaglie olimpiche, ha intentato una causa in un tribunale della California contro Usag, Usoc e l’Università, considerando che «sapevano o avrebbero dovuto conoscere il comportamento e gli abusi di Nassar».

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi