Yemen, vasta operazione dell’esercito governativo contro al Qaeda

lunedì 19 febbraio 16:34 - DI Redazione

All’indomani della vasta operazione per liberare tutte le aree del sud dello Yemen, le forze armate fedeli al governo yemenita stanno avanzando nella regione meridionale dell’Hadramawt, in mano alle milizie di al Qaeda nella penisola arabica (Aqap). Secondo quanto riferito dal portavoce delle forze governative Hesham al-Jabri, le truppe dell’esercito, sostenute da un’alleanza militare guidata dai sauditi, sono entrate nella roccaforte di al-Qaeda nel Wadi Hadramout. “Il nascondiglio dell’organizzazione è stato eliminato e le forze del governo hanno liberato il 70% del Wadi dagli elementi terroristici”, ha detto al-Jabri alla Dpa, aggiungendo che un numero imprecisato di agenti di al-Qaeda sono stati uccisi nell’attacco. L’escalation di violenze lungo la costa occidentale dello Yemen ha messo in fuga più di 85mila persone solo nelle ultime dieci settimane. Lo denuncia l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr), come riporta l’agenzia di stampa Dpa. “Quella in Yemen è la peggior crisi umanitaria del mondo: più di 22 milioni di persone hanno bisogno di assistenza”, ha detto la portavoce dell’Unhcr, Céline Pouilly. Di fatto quasi i dei due terzi della popolazione dello Yemen necessitano di aiuti. Oltre alle conseguenze del conflitto, sempre più spesso i migranti usano lo Yemen come Paese di transito. Lo scorso anno, secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), almeno 87mila persone hanno cercato di raggiungere le coste dello Yemen, per lo più dall’Etiopia e dalla Somalia. A fine gennaio almeno 30 migranti sono morti davanti alle coste dello Yemen quando il barcone su cui si trovavano ha fatto naufragio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *