Sondaggi, Masia: all’80 per cento già noti i risultati delle elezioni

martedì 27 febbraio 17:45 - DI Redazione

”Quando si saprà qualcosa di più sicuro sui risultati elettorali di domenica? Per il Senato entro le 2 del mattino e per la Camera intorno alle 5 ”. Così il sondaggista Fabrizio Masia, che cura i sondaggi del lunedì per il tg di Mentana su La7 ospite di Un Giorno da Pecora, il programma di Rai Radio1 condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. E’ vero che i sondaggi potrebbero influenzare il voto se fossero pubblicati anche a ridosso delle elezioni? ”Sì, perché gli indecisi potrebbero vedere le tendenze di voto e scegliere in funzione di quelli additati come probabili vincitori. E’ più facile scegliere una squadra vincente che una perdente”. Si vota per chi vince, quindi?”. “Sì, è sempre stato così…”,risponde Masia. Nel suo ultimo sondaggio il M5S era il primo partito, davanti al Pd. Oggi le cose sono cambiate? ”Sì, qualcosa è cambiato….questa cosa potrebbe contare qualcosa domenica”. E’ convinto di sapere già quali saranno i risultati? ”Sì, all’80%”.

Giorni fa l’Agcom, l’autorità per le comunicazioni, ha annunciato che interverrà per punire i sondaggi clandestini mascherati che aggirano la legge che in Italia vieta la pubblicazione dei sondaggi nei 15 giorni prima delle elezioni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mic.racc@libero.it 2 marzo 2018

    Berluscone vincera perche e sepre il piu bravo snche nella televisione che cuando parla entra nella panca degli italni e poi cia carisma ma veramente

    • paolan.carl@iol.it 4 marzo 2018

      entrare nella testa pe r Berlusconi è un o’ pià difficile

  • wwxwjcmqb@emltmp.com 2 marzo 2018

    Avremo una sorpresa! Il PD e la Destra non convincono più. Nelle ultime ore i 5 Stelle salgono , forse superano già il 40%

  • rosario1950@libero.it 2 marzo 2018

    Siamo i soliti scemi, che non hanno idea che cosa possa essere la democrazia, che sono governati da veri furbastri, ma piu’ scemi degli scemin che arrecheranno solo danni. Viva la democrazia dei diritti e dell’ osservanza dei doveri! Fatevi rispettare i diritti e pretendetelo!!!

  • antero_arcangeli@libero.it 1 marzo 2018

    Mi turo il naso e voterò lega, VOGLIO ANDARE IN PENSIONE!! e non morire di vecchia sul posto di lavoro. E non venite a raccontarmi che i soldi ci sono, basta spendere bene quelli che già ci sono, al limite se non bastano si può recuperare qualcosina dalla confisca, per recupero danni, delle liquidazioni dei dipendenti pubblici condannati per truffa o corruzione.
    Altro motivo che la mia città è governata da una giunta 5stelle! Esperienza traumatica che non consiglio a nessuno. Inefficenza totale, sporcizia, strade con buche e perdite d’acqua mai riparate, gestione dei rifiuti assente ma tasse comunali no; quelle le aumentate tutte. Pensate se arrivano al governo!!
    Non li voterò mai più!

    • sdguarducci@gmai.it 2 marzo 2018

      Caro asterix375, la promessa di abolire la Fornero, da parte di Salvini è una bufala a cui pochi credono. La legge Fornero è stata promulgata perchè il nostro sistema previdenziale era alla canna del gas e quella legge infame, perchè cosi’ è, ha impedito la bancarotta dell’INPS. Ed adesso che il sistema ha rialzato la testa la vorresti abolire ? E la pensione ai tuoi figli ( che saranno comunque misere) chi le paga, Salvini? Anch’io desidererei tanto andare in pensione, ma credo che piu’ che il parere di Salvini contera’ quello di Juncker o della Merkel. D’altronde Tsipras e la Grecia credo abbiano insegnao molto:Sembrava che i Greci votando Tsipras avrebbero ottenuto chi sa cosa e bastato che fossero minacciati di tagli al flusso del danaro perche abbassassero la testa. Se voti Lega che convinzione fai bene, se votando lega pensi di poter anticipare l’uscita dal lavoro, convinciti del contrario per non dover provare una cocente disillusione!

  • Maurizio Corrias 1 marzo 2018

    Vincerà il centro destra perché la differenza nei sondaggi era eclatante (fino al 17 febbraio quando i sondaggi potevano essere pubblicati). Tra il CD e il M5S c’erano circa 10/12% punti percentuali.
    Impossibile una rimonta. Resta inteso che il vero dubbio è il superamento del 40% ; se cosi non fosse la vedo tragica. e poi la vera curiosità è chi vincerà la sfida tra Lega e FI. Sinceramente i misteri di Berlusconi non piacciono a nessuno in riferimento all’eventuale capo del governo.
    Meglio SALVINI. Un intelligentissimo folle che forse potra cambiare qualcosa. La situazione del paese è talmente ingarbugliata che una persona normale non puo fare molto.

  • italagermana@hotmail.it 28 febbraio 2018

    il commento di Ben Frank mi terrorizza…….anche perché non ho il minimo dubbio che -certa gente- pur di intascarsi lauti stipendi venderebbe anche la madre.

  • carla.rotili@yahoo.it 28 febbraio 2018

    Spero non ci diano brogli elettorali. Legge elettorale una schifezza!

  • an_ponte@tiscali.it 28 febbraio 2018

    IPOSSIBILE SAPERE CHI VINCERÀ TROPPO INCERTA AFFLUENZA ALLE URNE AVREMO COME AL SOLITO INSTABILITÀ E A PAGARE SARANNO ANCORA I CITTADINI,CON QUESTA LEGGE ELETTORALE (SCHIFEZZA) .

  • cardi.f@web.de 28 febbraio 2018

    Attenti… mi sa che da qualche parte le schede elettorali “giuste” siano già state “scrutate”… Perché Gentilon dei Gentiloni ha assicurato la Merkulona e il fighettino francese che “i populisti non vinceranno”? Perché dai consolati in Germania vengono inviate schede non vidimate e nonostante le indicazioni, anche mie, nessuno del centrodestra fantomatico indaga e protesta? C’è aria di inciucio istituzionale…

    • hidueff@yahoo.com 28 febbraio 2018

      ok uno che vota MS5 (malati del complotto o lega)

  • ambrosi21@gmail.com 28 febbraio 2018

    Non c’è alcun dubbio . Stravincerà il Centro-Destra e finalmente i sinistri usurpatori andranno a casa

  • palloncin@depalloncini.it 28 febbraio 2018

    tutti già sanno che vincerà il centrodestra