Sondaggi: che succede dopo Macerata? Il Pd ha già perso 5 punti

Ormai la vittoria del centrodestra è l’ipotesi più probabile. Lo dicono i sondaggi e persino Il Fatto è costretto ad ammetterlo analizzando il sondaggio settimanale Ixé. Il primo dato che balza agli occhi è la crisi del Pd, fermo al 22 per cento. Il partito di Renzi da ottobre ad oggi ha perso ben 5 punti. E anche il M5S è inchiodato al 28 per cento.

Anche questo sondaggio conferma che il centrodestra è a un passo dalla vittoria: attualmente raccoglierebbe 296 deputati, “solo” 20 in meno della quota di 316 necessaria alla Camera, e 153 senatori (cinque in meno della soglia).

Alla Camera il centrodestra ha aumentato di 26 seggi dalle proiezioni di fine novembre a quelle di questi giorni (da 270 a 296) e al contrario il centrosinistra è calato di una ventina di deputati (da 162 a 143); al Senato la coalizione Fi-Lega-Fdi è salita di 18 deputati dai dati del 22 novembre, mentre Pd e alleati hanno registrato una flessione di 13 seggi.

Dati che preoccupano lo staff di Renzi, che teme di arrivare da qui al 4 marzo alla soglia del 20%. Il Pd è infatti incalzato da un lato da Liberi e Uguali e dall’altro dalla formazione +Europa di Emma Bonino che arriva a sfiorare il 3 per cento.