Smartphone? No, grazie: Gli atleti di Kim rifiutano il dono degli sponsor

Lo smartphone? No, grazie. Gli atleti della Corea del Nord che partecipano alle Olimpiadi invernali di PyeongChang hanno rifiutato il dono di organizzatori e sponsor, che hanno messo a disposizione cellulari Samsung per la durata dei Giochi. Come riferisce l’agenzia sudcoreana Yonhap, gli atleti arrivati da Pyongyang hanno declinato l’offerta. La Samsung ha fornito circa 4000 apparecchi -si tratta di Galaxy Note 8 Olympic Edition- ad atleti e dirigenti. Inzialmente, l’offerta avrebbe dovuto escludere Corea del Nord e Iran, Paesi colpiti da sanzioni Onu. Su iniziativa del Cio, le proposta è stata estesa anche alle due delegazioni che però hanno rifiutato. Intanto la bandiera della Corea del Nord è stata issata questa mattina nel villaggio olimpico degli atleti a Gangneung. Il vessillo nordcoreano è tornato a sventolare al Sud durante la welcome ceremony, nel corso della quale si sono esibite anche alcune cheerleader arrivate da Pyongyang per le Olimpiadi invernali, al via ufficialmente domani con la cerimonia di apertura. La banda musicale tutta al femminile, di circa 80 elementi, si è esibita davanti a una delegazione nordcoreana di 46 persone, compresi i 22 atleti che parteciperanno ai Giochi insieme ai ‘cugini’ del Sud. Vestite con stivali bianchi alti fino alle ginocchia e uniformi rosse, le giovani musiciste hanno suonato un medley di canzoni della tradizione coreana, compreso un famoso pezzo folk che domani accompagnerà la sfilata degli atleti delle due Coree durante la cerimonia di apertura dei Giochi.