Scandalo Ong Oxfam: si sa, quando la nave affonda i topi scappano…

Dopo lo scandalo sessuale che l’ha riguardata, Oxfam perde alcuni dei suoi testimonial celebri. Dopo l’attrice britannica Minnie Driver, a rinunciare al ruolo di Ambasciatore della Ong è il premio Nobel per la pace Desmond Tutu che si è detto “profondamente deluso” per le vicende che hanno coinvolto l’organizzazione umanitaria. L’arcivescovo anglicano e attivista sudafricano in un comunicato si è detto dunque “profondamente deluso dalle accuse di immoralità e di possibili comportamenti criminali che hanno riguardato gli operatori umanitari” legati alla Ong. Ma si è anche detto “rattristato dall’impatto di queste accuse su migliaia di persone che hanno sostenuto le buone cause di Oxfam”.

Intanto “menzogne ed esagerazioni”, dice Roland Van Hauwermeiren – l’ex direttore di Oxfam al centro di uno scandalo sessuale, avvenuto nella missione ad Haiti dopo il terremoto del 2010, che ha travolto l’ong britannica – che definisce le così accuse che gli vengono mosse, dopo le rivelazioni del Times su orge con prostitute pagate con i soldi dell’organizzazione umanitaria. L’ex dirigente 68enne, pur riconoscendo che alcuni dettagli della vicenda sono “riportati correttamente”, annuncia che presto fornirà la sua versione dei fatti e – ammonisce – “quando la racconterò “un sacco di persone – anche nei media internazionali – arrossiranno”, dice al giornale belga Standaard.

Van Hauwermeiren, direttore delle operazioni di Oxfam ad Haiti, è stato…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi