Sanremo: il brano di Ermal Meta e Fabrizio Moro resta in gara (video)

«Il brano ha i requisiti di canzone nuova. Quindi rimane in gara». Il vicedirettore di Rai1, Claudio Fasulo, chiude così la querelle sul brano di Ermal Meta e Fabrizio Moro Non mi avete fatto niente. «Non c’è nessuno scoop. L’autore aveva dichiarato fin da subito la rielaborazione di un suo brano. E il regolamento prevede che una citazione o un’autocitazione, come in questo caso, possa occupare fino a un terzo del brano in gara. Quindi il brano ha tutte le carte in regola», aggiunge. Quanto al link del brano somigliante (presentato a Sanremo Giovani del 2016) sparito dal sito della Rai, Fasulo ha spiegato: «Il link non c’è più perché era già stata chiesta la cancellazione». Sulll’argomento è intervenuto anche Cluadio Baglioni: «Da quello che ho capito non si tratta di plagio ma di un’autocitazione di una parte di un brano dello stesso autore. Per ora non ho sentito né Ermal né Fabrizio».

Il video ha preso in poche ore oltre 300mila visualizzazioni. Ecco il testo del brano:

Al Cairo non lo sanno che ore sono adesso / E il sole sulla Rambla oggi non è lo stesso / In Francia c’è un concerto la gente si diverte / Qualcuno canta forte / Qualcuno grida morte. A Londra piove sempre ma oggi non fa male / il cielo non fa sconti neanche a un funerale / A Nizza il mare è rosso di fuochi e di vergogna / di gente sull’asfalto e sangue nella fogna,