Salvati i lavoratori di Ideal Standard. Soddisfazione del sindacato Ugl

”È stato firmato oggi l’accordo tra Ideal Standard e Saxa Gres per rilevare l’impianto di Roccasecca in continuità aziendale e con tutti i lavoratori”. Così il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda al termine dell’incontro al Mise. L’accordo, sottolinea Calenda, ”prevede un piano di investimento di 30 milioni supportato da governo e regioni che rilancerà lo stabilimento per la produzione di un nuovo prodotto molto interessante, un sanpietrino non in pietra ma con un buon esempio di economia circolare”. Il passaggio societario, davanti al notaio, ”è previsto per il 22”. ”È stato fatto tutto a tempo di record onde evitare che la procedura di mobilità, che stanno revocando sindacati e azienda, potesse aver corso. È l’inizio di una bella storia, è un bel esempio di gestione di transizione industriale. È stato un lavoro articolato, complesso: possiamo essere soddisfatti”, sottolinea Calenda evidenziando che i lavoratori lo hanno invitato a Roccasecca.”Ci andrò dopo le elezioni”, aggiunge.

“Sono felicissimo per i posti di lavoro salvati. Spero di incontrare presto, di nuovo, i lavoratori dell’Ideal Standard di Roccasecca e la nuova proprietà. Quando saremo al governo lavoreremo per ottenere uguale risultato per le centinaia di aziende che oggi sono in crisi”. Così il segretario della Lega e candidato premier Matteo Salvini. “Possiamo guardare al futuro con positività visto che il governo ha finalmente firmato l’accordo per il processo di reindustrializzazione dell’Azienda che consente di mantenere aperto lo stabilimento di Roccasecca, mettendo al sicuro il futuro di centinaia di lavoratori”. È il commento di Paolo Capone, segretario generale Ugl, al passaggio da Ideal Standard a Saxa Gres per rilevare l’impianto di Roccasecca in continuità aziendale. “Siamo soddisfatti per il passaggio del polo industriale per cui è stato fatto un investimento di 30 milioni di euro, supportato da governo e Regioni. Il 22 febbraio si terrà il prossimo incontro al Mise per la cessione di ramo d’azienda, per cui auspichiamo tempi rapidi per la messa in atto del piano industriale e per la realizzazione e autorizzazione da parte degli enti preposti”, conclude Capone.