Roma, il corteo antifascista dell’Anpi è un flop. E Gentiloni lo benedice (video)

A piazza del Popolo, alla manifestazione promossa dall’Anpi contro i razzismi e i fascismi c’erano tutti quelli che contano nei palazzi del potere: giornalisti, sigle sindacali, ministri, truppe cammellate della sinistra, presidenti di Camera e Senato, gli ultimi due presidenti del Consiglio e i rappresentanti delle sigle più impensabili. Tutti tranne i cittadini comuni, allontanati dalla piazza dalla pioggia e probabilmente dall’iniziativa strumentale che cavalca per l’ennesima volta la retorica dell’antifascismo.

Gentiloni-Renzi: l’abbraccio al corteo dell’Anpi

L’immagine più plastica della manifestazione è l’abbraccio tra il premier Gentiloni e l’ex premier Renzi, in una piazza del Popolo semideserta. «È un corteo molto importante, per me è emozionante essere qui», ha detto il premier. Per Gentiloni questo «è un bellissimo messaggio, costituzionale, bello l’impegno anche in una giornata un po’ piovosa di tante persone arrivate da tante parte d’Italia».

Da Camusso a Fedeli: chi c’era al corteo dell’Anpi

Dietro al corteo, partito da piazza Esedra, ha sfilato lo striscione di testa, sorretto tra gli altri da Susanna Camusso e Pietro Grasso. Nella piazza, dietro il palco, si sono incontrati i diversi esponenti dei partiti e dei sindacati presenti all’iniziativa: il presidente del consiglio Paolo Gentiloni, che ha parlato a lungo con Roberta Pinotti, Anna Finocchiaro, Maurizio Martina, Valeria Fedeli. Matteo Renzi è arrivato alla spicciolata e in mezzo a una bolgia di telecamere, fotografi e giornalisti ha salutato Gentiloni, poco prima che il premier lasciasse piazza del Popolo.

piazza del popolo invasa più dagli ombrelli che dalle persone

piazza del popolo invasa più dagli ombrelli che dalle persone

Boldrini torna alla carica: “Sciogliere i gruppi fascisti”

La testimonial ideale della giornata è stata indubbiamente Laura Boldrini. «Una bella manifestazione, sottoscriverò l’appello fatto dall’Anpi per lo scioglimento dei gruppi che si ispirano al fascismo». Lo ha detto la Presidente della Camera ed esponente di Leu, Laura Boldrini, in piazza del Popolo durante la manifestazione dell’Anpi. «Cosa può fare la politica? Può rispondere in diversi modi riaffermando i principi dell’antifascismo ma anche rispondendo alla rabbia delle persone con politiche che vadano incontro ai loro bisogni, purtroppo invece c’è chi mette benzina sul fuoco e crea solo caos. I violenti non si azzardino a usare la violenza in nome dell’antifascismo», ha aggiunto Boldrini.