Roma, due rom si arrampicano fino al quinto piano e picchiano una 60enne

Rapina choc in un palazzo a due passi da Villa Ada a Roma. Due nomadi di 14 anni hanno scalato uno stabile fino al quinto piano per introdursi in un appartamento picchiando la proprietaria, una donna sui sessant’anni. Come riporta il Messaggero, il colpo si è verificato intorno alle 18.30 in via di Tor Fiorenza. Nessuno si è accorto di nulla: nè i tanti passanti nè i residenti. I nomadi minorenni si sono trasformati in acrobati e si sono arrampicati sulle impalcature che avvolgono lo stabile in via di ristrutturazione. In questo modo hanno percorso in verticale una trentina di metri.

I due rom fuggiti con denaro e gioielli

«Ero sola in casa – ha raccontato la proprietaria alle forze dell’ordine – quando ho sentito un rumore provenire dalla finestra del salotto. Ho tirato su la saracinesca: ho creduto di morire. Due giovani mi hanno aggredito. Mi hanno picchiata e scaraventata sul divano. Ero convinta che stando al quinto piano ero meno a rischio furti invece si sono arrampicati fino a casa mia». I rapinatori hanno minacciato di morte l’ostaggio e hanno messo a soqquadro la casa. Sono fuggiti con denaro in contante e gioielli di varia fattura. L’ostaggio ha chiamato i soccorsi ma quando è arrivata la polizia i minorenni erano già fuggiti molto probabilmente usando sempre le impalcature. È arrivato il personale di un’ambulanza che ha soccorso sul posto la signora apparsa affaticata e molto impaurita.