“Rimborsopoli” bollente tra i grillini. L’ex della Sarti contrattacca: «Ho registrato tutto»

Lei ha denunciato lui di aver preso i soldi che lei doveva destinare al fondo per le Pmi, lui sostiene di avere le prove che le cose siano andate diversamente e minaccia di rivelare scottanti “registrazioni” che farebbero giustizia delle accuse rivoltegli dalla sua ex. Tra Giulia Sarti, deputata del M5S, e il suo ex, Bogdan Andrea Tibusche, è già guerra mediatica sulla “rimborsopoli” grillina, con l’uomo, accusato di aver sottratto alcune migliaia di euro dal conto della Sarti, che con lo pseudonimo di Andrea De Girolamo, su Fb, ha scritto: «Vedremo come va a finire perché la verità è tutta un’altra. Usciranno diverse conversazioni e forse non vi conviene esporvi ora». «Vedrai che fine fa la querela. Vedrai i messaggi e le email», minaccia De Girolamo, gestore del canale web di propaganda grillina Social Tv: «Io ho un brutto vizio: registrare tutto e pure le telefonate», aggiunge. E a chi gli chiede di pubblicare il contenuto di queste conversazioni, risponde: «No, no. Io in pubblico non rilascio nulla ma vado dritto in procura».

La Sarti, a sua volta, ieri si sarebbe recata in Questura per denunciare l’ex fidanzato “reo”, a suo avviso,  di aver truccato la contabilità sui rimborsi al fondo per le Pmi facendola piombare nel “rimborsopoli” a 5 Stelle scoperta dalla trasmissione le Iene.