Reintegrato il poliziotto che aveva scritto un post contro la Boldrini (video)

Prima sospeso, ora è stato reintegrato in servizio. Dopo sette mesi di attesa si è conclusa la vicenda del poliziotto della Val di Susa che aveva pubblicato un video con un migrante che percorreva in bicicletta un tratto di strada ad alta percorrenza. Immagini che erano state accompagnate da commenti. «Ecco a voi che amate la Boldrini, voi che avete voluto questa gente», aveva detto. E ancora: «Ecco le risorse della Boldrini. Ecco come finirà l’Italia. Voi che amate la Boldrini, voi che avete voluto questa gente. Tutti su una Graziella in Italia a comandare». Il filmato era finito sui social network ed era diventato virale. Il poliziotto, dopo il clamore mediatico del luglio scorso, era stato sottoposto a un provvedimento della commissione disciplina del Ministero degli Interni.

Il poliziotto  era stato “punito”

La “punizione” era stata a due mesi di sospensione, ora scontata del tutto. Il Tar aveva respinto la domanda di reintegro immediato, mentre la procura aveva archiviato l’inchiesta penale. Ora è stato reintegrato. «Accogliamo questa decisione con soddisfazione da parte di tutti, anche e soprattutto da parte del segretario del Sap Gianni Tonelli – hanno detto a La Stampa gli avvocati Pierfranco Bertolino, Luca Verrienti e Gualtiero Costa – La vicenda si è ridimensionata molto, rispetto all’inizio». Il procedimento penale è stato archiviato e la Boldrini non si era costituita parte civile.