Raggi: «Dal 2024 stop ai diesel in centro». Ma vale solo per le auto private

Stop alle auto diesel nel centro di Roma, a partire dal 2024. Ad annunciarlo è stato il sindaco Virginia Raggi durante il suo intervento al convegno Women 4 Climate a Città del Messico, poi rilanciato anche sulla sua pagina Facebook. «Una delle cose di cui sono più orgogliosa, e che ho il piacere di annunciare proprio qui, riguarda il fatto che dal 2024 i veicoli diesel saranno vietati nel centro di Roma», ha detto Raggi a Città del Messico.

Gran parte del parco bus di Roma va a diesel

La misura annunciata dal sindaco ha riscosso l’applauso delle associazioni ambientaliste, ma – come è stato fatto notare – riguarda solo il trasporto privato, mentre nulla è stato detto a proposito del trasporto pubblico, il cui impatto sulla qualità dell’aria resta notevole. A Roma i bus diesel sono circa 1500 su un parco di 2mila e l’opposizione capitolina ha sottolineato che l’amministrazione dovrebbe dare il buon esempio, prima di imporre nuove limitazioni ai cittadini o, in alcuni, di costringerli a cambiare auto.

La Corte suprema tedesca dà il via libera ai divieti

Ma il tema del diesel tiene banco anche altrove, con un dibattito a un livello decisamente più avanzato: il Tribunale amministrativo federale di Lipsia ha confermato la legittimità del divieto di circolazione dei mezzi a gasolio imposto a Duesseldorf e Stoccarda per motivi di tutela della qualità dell’aria. Insieme al via libera, però, la Corte suprema tedesca ha anche esortando le città al centro del caso a verificare se i loro programmi sulla pulizia dell’aria si attengano alle linee guida. La sentenza della Corte federale tedesca spiana la strada al divieto dell’uso delle auto con motore diesel anche nelle altre città. Stando ai dati dell’Ufficio federale per l’ambiente della Germania, in circa 70 città del Paese si registrano livelli di questi gas superiori ai limiti stabiliti. In cima alla lista figurano Monaco, Stoccarda e Colonia.