Pugile inglese vince e muore dopo questa intervista (video)

Immagini impressionanti quelle che arrivano dall’Inghilterra e che registrano l’ennesima tragedia nel mondo della boxe. Scott Westgarth, 31 anni, è morto al termine di un match per le eliminatorie del titolo inglese dei mediomassimi. Nell’incontro disputato sabato sera a Doncaster, aveva battuto ai punti Dec Spelman, al termine di dieci round molto duri. Nel corso dell’incontro entrambi i pugili erano andati al tappeto. Ha avuto appena il tempo di concedere un’intervista televisiva, nella quale è apparso visibilmente sofferente. Poi, rientrato nel suo spogliatoio, Westgarth ha perso conoscenza. Le sue condizioni sono apparse subito gravissime ed il trasporto in ospedale non è servito a salvargli la vita. Gli organizzatori hanno sospeso il resto della riunione. Le condizioni del pugile erano apparse subito gravissime tanto che gli organizzatori avevano sospeso la riunione annullando i match successivi, tra cui quello dell’ex calciatore Curtis Woodhouse contro John Wayne Hibbert.

Scott Westgarth

Boxe in lutto per la morte del pugile Scott Westgarth

Boxe: dopo questa intervista il pugile inglese muore

Nel video, Scott Westgarth appare alla destra dell’inquadratura e appare quello meno provato dal match. Accanto a lui appare molto più sofferente e segnato dai colpi lo sconfitto. Pochi istanti dopo questa intervista la tragedia. Secondo gli ultimi dati sarebbero circa seicento i pugili morti nella boxe in un secolo di attività agonistica. Una cifra che riapre una antica ferità sulla pericolosità della cosiddetta “noble art”.