Pordenone, maestra di arabo e Corano bastonava i bambini durante le lezioni

sabato 17 febbraio 11:29 - DI Federica Argento

Una scuola abusiva. E violenta. Impartiva i fondamenti del Corano e lezioni di arabo nella propria abitazione, a Maniago, trasformata in una sorta di scuola/centro di aggregazione. Ma quando i bambini non erano abbastanza preparati e attenti li colpiva con un bastone di legno. Si tratta di una donna di 33 anni, bengalese, che è stata denunciata dai carabinieri  del comando provinciale di Pordenone, a conclusione di indagini condotte con l’ausilio tecnico di personale del Ros. Lo apprendiamo dal Gazzettino. Le accuse sono gravi. Dovrà rispondere dei reati di maltrattamento di minori e di esercizio arbitrario di professione: per ora è stata sottoposta alla misura coercitiva del divieto di espatrio e dell’obbligo della presentazione alla Polizia giudiziaria emessa dal Gip del Tribunale di Pordenone.

L’indagine e l’irruzione

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Massimiliano Di Felice 17 febbraio 2018

    Guardate che le bastonate erano parte integrante del programma didattico.

  • meuccipietro@gmail.com 17 febbraio 2018

    Insomma se non fosse stato per le percosse, questa tizia avrebbe continuato ad allevare terroristi o, nella migliore delle ipotesi, cittadini che rifiutano la Costituzione Italiana in favore del Corano. Andiamo bene… !!

  • josep.porta999@gmail.com 17 febbraio 2018

    ma che denuncia del cavolo, qua esiste solo un metodo in questi casi: calcio in culo e fuori dall’ITALIA in 8 ore; se poi esiste un italiano che vuol prendere le loro difese dovrebbe essere condannato a dieci anni di lavori forzati per alto tradimento all’ITALIA e al suo popolo