Piacenza: scontri con gli antifascisti, botte selvagge al carabiniere a terra (video)

Momenti di tensione alla manifestazione antifascista che si sta svolgendo a Piacenza. Alcuni manifestanti, tra cui immigrati e antagonisti, armati di aste e sassi, hanno provato a forzare il cordone delle forze dell’ordine. Oggetti sono stati lanciati contro le forze dell’ordine che sono state costrette a indietreggiare. “Via fascisti e polizia”, hanno urlato i manifestanti prima degli scontri con le forze dell’ordine e “Ora e sempre resistenza”. Il corteo, che vede in prima fila alcuni manifestanti con i volti parzialmente coperti da sciarpe, e tutti con in mano i bastoni, ora sta sfilando per le vie del centro. “Casapound chiuderà”, urlano i manifestanti che si stanno dirigendo versa la sede del movimento. Il collettivo comunista Controtendenza ha lanciato una mobilitazione contro l’apertura della sede di CasaPound. Sassi contro lacrimogeni, un carabiniere è rimasto ferito così come un giornalista colpito da un sasso. Il centro della città è completamente blindato. Nel video si vede chiaramente l’aggressione degli antagonisti ai carabinieri e questi ultimi che scappano: uno di loro, rimasto indietro perché caduto, viene selvaggiamente picchiato dai teppisti antifascisti.

(Foto e video Ilpiacenza.it)