Paura dei fascisti? Coraggio, se tutto va bene se ne riparla tra 5 anni

Paura dei fascisti? Ma c’avete mai fatto caso a quanti sono? L’avete capito o no che si tratta di moltitudine? A cominciare da tutti quelli che ci stanno sulle palle, sono tanti i fascisti. Ovviamente, tutti i cattivi -veri o presunti- sono fascisti. Come tutti i potenti, veri o presunti: persino quelli che si dichiarano anti. Insomma, il fascismo non dovrebbe esserci più da settant’anni e passa, quando massacrarono e sputacchiarono quel Benito Mussolini issandolo a testa in giù con un gancio nella civilissima Milano di piazzale Loreto. Ciononostante, da quel che si può notare, i fascisti sono ancora qui. Tantissimi e temibilissimi. Crescono come i funghi. Ovunque ci si giri siamo pieni di fascisti, circondati da fascisti. È la vera e unica invasione che stiamo sopportando. Li trovi dove meno te li aspetti. Figurarsi adesso, in queste ultime giornate di campagna elettorale che è, come sappiamo bene, il momento clou dell’esibizione fascista. Sono il pericolo permanente, i fascisti. Per questo, fortunatamente, ogni santo giorno giornalisti, politologi, psichiatri e, in primis, politici di pura fede antifà ci informano e ci allertano sui pericoli e sulle nefandezze che i fascisti commettono. Impunemente. Non funziona l’Amministrazione statale, non funziona la Sanità, non funziona la Previdenza, non funziona la Giustizia, non funziona la Scuola, non funzionano i Trasporti? Furti, rapine, truffe, omicidi, stupri, violenze domestiche e d’ogni genere?  Immigrazione incontrollata e disoccupazione crescente? È tutta colpa dei fascisti se le cose non vanno nella giusta direzione, se c’è chi soffre. Così come è colpa dei fascisti il capitalismo vorace, la finanza amorale e il comunismo illiberale. Il che spiega perchè i comunisti anticapitalisti se la pigliano coi fascisti e i capitalisti anticomunisti pure: un trionfo logico! Perciò, adesso attenzione a chi votate. Fate attenzione in quella angusta cabina elettorale quando vi troverete con matita e scheda in mano: controllate bene che non ve ne siano inguattati pure li dentro. Votate per la democrazia in ogni sua declinazione e contro tutti questi fascisti che vi stanno rovinando l’esistenza. Dopodiché dritti a casa e incollati alla tv: che, se tutto va bene, se ne riparla tra 5 anni.