Parla il gioielliere che ha ucciso il ladro: «Avevo una pistola puntata addosso»

«Mi sono visto puntare una pistola contro».  Luigi Corcione, il gioielliere che ha ucciso un rapinatore a Frattamaggiore a due passi da Napoli, ha deciso raccontare ciò che ricorda di quella tragica serata, quando tre rapinatori sono entrati nella sua gioielleria. L’uomo, indagato per omicidio colposo, non riesce ancora a spiegarsi bene quello che è accaduto.

All’inizio l’uomo era talmente scosso e confuso da preferire il silenzio: «Mi sento…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi