«Paga», parcheggiatore abusivo picchia un uomo davanti ai suoi bimbi

Ennesima violenza di un parcheggiatore abusivo. Stavolta la vicenda è accaduta a Pozzuoli e ha come protagonista negativo un uomo con un precedente specifico. Infatti, nel 2016 aveva aggredito un carabiniere in borghese che non voleva farsi estorcere cinque euro per per parcheggiare l’auto. Aveva alzato le mani ed era finito in manette.

Il parcheggiatore abusivo
era noto alle forze dell’ordine

Secondo quanto emerge, ha continuato a taglieggiare gli automobilisti. Come riporta il Mattino, il parcheggiatore abusivo è stato arrestato a Pozzuoli dai finanzieri. Secondo l’accusa, aveva mandato all’ospedale un padre di famiglia aggredito davanti ai due figli piccoli e alla moglie per il rifiuto di versare il dovuto obolo-parcheggio. La vittima aveva appena chiuso l’auto, i bambini per mano, quando è stato affrontato. Ha tenuto duro e ha cercato di tirar dritto. La punizione è stata quella delle botte davanti ai bambini.

Il ricovero all’ospedale
e l’identificazione

L’uomo è stato subito portato in ospedale al Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. L’automobilista si è fatto curare ed ha sporto denuncia. I finanzieri, incaricati di identificare il parcheggiatore abusivo, hanno spulciato l’archivio dei verbali e hanno mostrato ai testimoni alcune foto segnaletiche di personaggi con precedenti. L’aggressore è stato quindi arrestato per tentata estorsione (la sua vittima gli ha coraggiosamente tenuto testa senza pagare) e lesioni personali gravi.