Onore a Luca Traini. A Ponte Milvio spunta uno striscione “solidale”

«Onore a Luca Traini». È successo anche questo nella scia di reazioni a catena dopo il raid di Macerata. Uno striscione di solidarietà con lo squilibrato che ha sparato all’impazzata ferendo sei immigrati nella città dell’orrore è comparso nella serata di lunedì a Roma. La grande scritta nera su fondo bianco, nella zona di Ponte Milvio, è stata esposta per alcuni minuti prima di venire rimossa. Nel giro di poche ore la foto choc dello striscione, pubblicata sui social, è diventata virale ed è stata postata tanto da gruppi di estrema destra che dalla galassia dei movimenti antifascisti. Tra questi anche, l’Anpi, che ha condiviso su Twitter l’immagine  denunciando l’episodio come un «atto vergognoso». Non è il primo preoccupante segnale di solidarietà all’attentatore di Macerata come dimostrano le ricostruzioni del suo legale (che ha raccontato di aver ricevuto attestati di plauso al folle gesto da cittadini di Macerata) . Già poche ore dopo la sparatoria i social pullulavano di messaggi di sostegno e a Perugia è stato esposto un cartello con su scritto “A Macerata solo l’inizio”.