Nuova aggressione alla troupe di “Striscia”: spari contro l’auto a Palermo

domenica 25 febbraio 20:53 - DI Redazione

Oggi pomeriggio a Palermo Vittorio  Brumotti e la sua troupe sono stati aggrediti durante un’inchiesta  sulla droga. L’inviato di Striscia la notizia si trovava nel quartiere Zen per documentare come avviene e da chi è gestito lo spaccio di  stupefacenti, quando, verso le 16, appena usciti dall’auto, lui e i  suoi collaboratori sono stati insultati, minacciati di morte e  aggrediti con lancio di sassi da un folto gruppo di abitanti del  quartiere.

La troupe di Striscia, si legge in una nota diffusa dall’ufficio di stampa di Mediaset, è rientrata nell’auto blindata per ripararsi dagli aggressori, quando all’improvviso il tetto dell’auto è stato sfondato  da un pesante blocco di cemento lanciato da un piano alto di una casa  e la portiera è stata perforata da un colpo di arma da fuoco, pare di calibro 12 (lo sta esaminando la Polizia). Brumotti e i suoi collaboratori sono riusciti a mettersi in salvo solo grazie  all’intervento della polizia e dei carabinieri e non hanno riportato  ferite. Il servizio andrà in onda prossimamente su Striscia la notizia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • josep.porta999@gmail.com 26 febbraio 2018

    mentre la mafia Nigeriana si espande in Italia e in Europa con la benedizione della Boldrini e compagnia gli spacciatori negri indisturbati spacciano di giorno e notte in tutte le città i politici pensano alle poltrone e le magistrature se vengono arrestati dalle povere e incomprese forze dell’ordine razziste e fasciste gli liberano dicendogli: sei libero ma non lo fare più. POVERO NEGRO