Nigeriano “regolare” sferra calci agli agenti durante un controllo. È la seconda volta

Lo ha fatto ancora: fermato per un controllo, un 23enne nigeriano ha aggredito con violenza, sferrando calci e spintonando a ripetizione i carabinieri che lo avevano fermato per un controllo: un semplice controllo dei documenti che invece si è trasformato in un’aggressione ai componenti della pattuglia operativa sul territorio. L’uomo è stato arrestato a Montecatini Terme (Pistoia) per resistenza a pubblico ufficiale.

Nigeriano aggredisce i carabinieri durante un controllo. Ancora

L’episodio si è verificato, tra l’indignazione e lo sconcerto dei passanti, nel pomeriggio di ieri in via Garibaldi. I militari avevano chiesto i documenti a S.E., cittadino nigeriano 23enne, in regola con il permesso di soggiorno ma senza fissa dimora, con alcuni precedenti penali a suo carico, mentre il giovane si trovava in compagnia di altri connazionali. Per tutta risposta il 23enne ha cominciato a spintonare il caposervizio della pattuglia, salvo poi darsi immediatamente alla fuga su una bicicletta subito dopo. La fuga si è protratta per le vie limitrofe e dopo qualche centinaio di metri è proseguita a piedi. Raggiunto dai militari, il 23enne ha ripreso a strattonarli, scalciando ripetutamente, prima di essere bloccato, fortunatamente senza conseguenze per loro. Il nigeriano, che aveva già tenuto un analogo comportamento violento anche nel giugno dello scorso anno, quando a procedere alla sua identificazione era stata in quel caso una pattuglia del locale commissariato, è stato trasferito nelle camere di sicurezza del comando di via Tripoli in attesa della direttissima presso il Tribunale di Pistoia.