Montecarlo, premio alla carriera per Francesco Totti: “Sono emozionato”

C’è anche un po’ di Italia ai Laureus Awards di Montecarlo, con la leggenda della Roma, Francesco Totti, che ha ricevuto il Laureus Academy Exceptional Achievement Award, per gli anni fedelmente trascorsi in un’unica squadra, quella giallorossa, e il successo ottenuto con la nazionale italiana nella Coppa del Mondo 2006. Alla prestigiosa cerimonia di premiazione, Totti accompagnato dalla moglie Ilary Blasi, è stato premiato dall’ex numero 10 della Juventus, Alessandro Del Piero e dalla campionessa paralimpica di scherma Bebe Vio. Totti entra insieme a Ryan Giggs, stella del Manchester United e neo-allenatore del Galles, in veste di nuovi membri della Laureus World Sports Academy. ”Totti è il Re di Roma ed e stato un piacere vincere insieme i Mondiali”, ha detto Del Piero prima di consegnare la statuetta all’amico ed ex avversario. ”Sono emozionato e contento per questi 25 anni di storia con la Roma. Ho sempre cercato di dare il mio contributo, ho vissuto momenti felici con Alex in nazionale. Ringrazio tutti, è il primo anno che partecipo e spero di potervi aiutare anche in futuro per gente che è meno fortunata”, ha detto Totti già da ambassador Laureus.

La premiazione dell’ex capitano giallorosso è stata introdotta da un video con le parole di Daniele De Rossi, Bruno Conti e Fabio Capello. ”Quella di Totti è una appartenenza e un affetto per la squadra che si può capire solo qui a Roma. Non si è mai nascosto, ha sempre preso la squadra sulle spalle. Questo è il capitano. Ho imparato da lui la forza, il carattere a diventare un simbolo mondiale. Quest’anno sono io il capitano ma se sentite qualcuno oggi dire ‘ho visto il capitano’, tutti sanno che parliamo di Francesco”, ha detto De Rossi. ”Ho vinto uno scudetto e un mondiale, ho fatto divertire nel calcio, ho avuto grandi soddisfazioni, ma qui parliamo di un fenomeno, e Francesco è un fenomeno”, ha aggiunto Bruno Conti. ”È sempre rimasto con la stessa maglia come si fa a non piangere all’addio di Totti”, ha aggiunto. ”Totti ha aiutato la Roma e anche me a vincere il campionato, è il leader della giocata, Totti incarnava la Roma la sente come la pelle questa maglia”, ha concluso Capello.

(Foto tratta dalla Gazzetta Giallorossa)