Minniti apre alle larghe intese. Nervosismo tra i dem e il Pd cala ancora

venerdì 16 febbraio 16:30 - DI Redazione

Crea più di un malumore nel Pd l’apertura di Marco Minniti, a un governo di larghe intese. Un’uscita che sono in tanti nel partito a giudicare inopportuna soprattutto nei giorni in cui i sondaggi registrano l’inesorabile calo del Pd, ormai al 22% e pericolosamente vicino alla soglia del 20% che sancirebbe la fine del progetto renziano. Così Minniti cerca di rettificare: “Io ieri ho dato una risposta banale ad una domanda – spiega – Mi hanno chiesto se farei il ministro dell’Interno di un governo di unità nazionale, che è altra cosa rispetto ad un governo di larghe intese ed io ho risposto di sì purché ci sia il mio partito, aggiungendo che sarebbe un riconoscimento del mio lavoro, ma non la considero una cosa molto probabile e comunque è tutto nelle mani del presidente della Repubblica”.

In questo clima sia Renzi che Gentiloni cercano di rincuorare le truppe. Paolo Gentiloni parlando a una manifestazione a Catania afferma: “Abbiamo cinque punti di svantaggio dal centrodestra, li possiamo recuperare. Ma ci manca la convinzione che possiamo dare un contributo alla vittoria del Pd e al prossimo governo del Paese: crediamoci, insieme”. E suona la carica: “La sfida è tra il centrodestra e il centrosinistra”. Alleanze post voto con Berlusconi? “Non possiamo metterci con una coalizione impregnata di populismo e antieuropeismo”, risponde il premier.

Il Pd è in difficoltà nei sondaggi perché paga “la divisione” del partito. Ma è l’unico pilastro possibile di un governo” che porti avanti “una seconda stagione di riforme” e sia “europeista”, dice dopo aver citato come esempio virtuoso la grande coalizione di Berlino, dove sarà domani.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • minorizzo@tiscali.it 16 febbraio 2018

    “Minniti apre alle larghe intese. Nervosismo tra i dem e il Pd cala ancora” Io voto FORZA NUOVA e non ci rimetto niente, ma voi cari fessacchiotti, quando il puttaniere metterà da parte la Meloni e F.di I. e si sistemerà col partito di Minniti per poter fare i c**** propri che articolo farete? MI SBELLICHERO’ DALLE RISATE!!!!!!!!!!!!!