Meloni: «Se avessero aggredito uno di sinistra sarebbero venuti i caschi blu»

mercoledì 14 febbraio 10:05 - DI Sara Gentile

A Livorno «hanno tentato di aggredirci con sputi, lanci di bottiglie, insulti. Le contestazioni sono altra cosa. Invece a leggere certi trafiletti sui giornali non si capisce. È stata una aggressione, ma non si può dire perché l’aggredito è di destra. Se ci fosse stato uno di sinistra oggi avremmo avuto i caschi blu dell’Onu». Giorgia Meloni, a Radio24, parla dell’aggressione subita a Livorno da parte di esponenti dei centri sociali. E poi parlando delle polemiche sul ritorno del fascismo in Italia denuncia: «In questa campagna elettorale c’è un gioco preoccupante».

Meloni: «La sinistra tira fuori il jolly del fascismo»

«Certe cose, come i cori contro le foibe, ci sono sempre stati, a destra come a sinistra, le vedo da anni – spiega la leader di FdI – Sono fenomeni che uno, certo, deve contenere ma in questa fase è stata fatta una campagna scientificamente voluta da alcuni ambienti di sinistra che dicono “c’è il ritorno della marea nera”». Per la Meloni, «è una roba montata perché la sinistra in campagna elettorale di cosa può andare a parlare? Che hanno aiutato i poveri invece delle banche, gli italiani invece che i migranti? Quindi devono creare il mostro, tirano fuori il jolly del fascismo, sono ridicoli».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • lgthesaint@gmail.com 15 febbraio 2018

    A Macerata i VIGLIACCHI frequentatori dei centri sociali attaccano in 150 contro 10 a Livorno la stessa cosa…….
    Ricordatevi che tra non molto non vi salveranno neanche i Caschi Blu!!

  • giovanni.gesia@comune.sangiulianomilanese.mi.it 15 febbraio 2018

    Tutto come accadeva negli anni 70, i comunisti hanno sempre temuto la DESTRA e se appena,appena, vedono che il popolo ha aperto gli occhi e comincia a ragionare col proprio cervello sulle porcherie e ruberie che hanno fatto stando al governoda circa 8 anni, allora via a sguinzagliare centri associali, magistratura, media, giornali e chi piu’ ne ha ne mette… comunisti NON SAPETE PERDEREEEEEE……!!!!……

  • roccoangela60@yahoo.it 15 febbraio 2018

    Quelli di destra portano la nomea di essere aggressivi e violenti…che non è vero,mentre sono quelli di sinistra che sono spaventosamente cattivi…A quelli di sinistra si perdona tutto anche il fatto che sono dei selvaggi…Mi spiace per la Meloni che reputo un’ottima persona…Spero che il 4 Marzo quelli di sinistra prendono una gran bella “tranvata elettorale”.

    • f.piccari@izs.it 15 febbraio 2018

      Non è vero che un pericolo “fascista” non c’è più da 70 anni. C’è, invece, eccome, e della peggiore specie. C’è nei centri sociali, nei giovani e meno giovani del “tutto è lecito”; droga, devianze, illegali presenze. Nelle violenze della sinistra in parte becera e ignorante ed in parte fin troppo furbetta nel suo finto buonismo di interesse. E ANCORA DI PIU’ il fascismo di ritorno c’è nelle notizie antidestra date a profusione e nelle notizie negate sui misfatti della sinistra e dei suoi ambiti estremi. CERTO CHE C’E’ IL FASCISMO DI RITORNO, e sono loro quelli che gridano al fascismo per non farti parlare e non far sapere alla gente che solo il centro destra è con lei, contro gli abusivi, gli “est people” che massacrano vecchietti per due euro di pensione, che assaltano ville (Beh, vabbè, ma quelli sono ricchi…), contro il polically correct che inneggia al Papa che porta voti e che lo combatte se si schiera contro i matrimoni gay. Insomma, il fascismo c’è, ed è rosso: il peggiore.
      Abracadabra MonteXto

    • fbrunozzi@yahoo.it 15 febbraio 2018

      Giorgia consentimi di chiederti scusa per avere dei connazionali così beceri come quelli che ti hanno aggredito a Livorno.
      Ho 70 anni. Quindi potresti essermi figlia. Sono mortificato per i miei connazionali rossi che come sanno fare solo i comunisti “democratici” se NON la pensi come loro devi essere annientato. Però devo dire che mi fanno specie anche quelli che dicono di NON andare a votare. Io preferisco scegliere ed eventualmente “morire” per aver mangiato ciò che ho scelto.
      Giorgia vedrai che riceverai tanti consensi. Fregatene dei beceri e vai avanti come hai deciso. Io ti seguirò.

  • marimanzo@gmx.net 15 febbraio 2018

    BASTA ! Ne abbiamo le scatole piene. Destra contro sinistra, sinistra contro destra.
    Siamo caduti troppo in basso.
    I nostri politici e dico “TUTTI” con i soldi che guadagnano per governare questi poveri
    italiani, dovrebbero lavorare positivamente tutti insieme per salvare questo povero
    paese in rovina, invece di farsi la guerra a vicenda.
    Io non ci vado a votare…fanno tutti schifo! Non ho piu’ fiducia in nessuno.

    • marimanzo@gmx.net 15 febbraio 2018

      Mike, la pensi come me o mi stai prendendo in giro?

  • caput.enrico@gmail.com 15 febbraio 2018

    La mia più totale e sentita solidarietà a Giorgia Meloni per la vilissima e ignobile aggressione subita a Livorno da quella feccia miserabile e sudicia dei teppisti rossi dei centri (a)sociali;quando FdI,Lega e FI aaranno al governo,uno dei primi provvedimenti che auspico,da cittadino,è che vengano CHIUSI PER SEMPRE e i loro frequentatori sanzionati nel modo più pesante possibile!

  • GIOVANNI TAGLIAFERRI 15 febbraio 2018

    In Italia,purtroppo, la guerra civile è solo sospesa. Prima o poi, bisogna regolare i conti!

  • dockingstartion@libero.it 15 febbraio 2018

    LE AGGRESSIONI COMUNISTE AI BANCHETTI DELLA DESTRA, AI COMIZI, ALLE PASSEGGIATE FRA I COMMERCIANTI, ECC. DIMOSTRANO CHE I COMUNISTI SONO AVVILITI, SCONFITTI, NON SANNO PERDERE, RESTANO VIOLENTI AD OGNI COSTO,
    HANNO INSITO NEL LORO DNA LA VIOLENZA, L’AGGRESSIONE, LA FEROCIA, L’ANIMO
    ASSASSINO DEI PARTIGIANI.

  • Manzoni.andrea@alice.it 15 febbraio 2018

    I comunisti contestano chi vuole mantenere l’ordine e tenere solo gente regolare e non clandestini come vogliono loro.
    E’ arrivata l’ora di mandarli a casa

  • gianniscag9@hotmail.com 15 febbraio 2018

    Mirano a un duplice scopo. Recuperare un po’ del loro elettorato tradizionale, sensibile al tema e dare notorietà a gruppi di destra, che esistono da sempre con consensi elettorali poco significativi e questa volta giocheranno invece un ruolo, in molti collegi uninominali in bilico, ovviamente a danno della destra parlamentare ed a favore dei suoi avversari …..e non solo….

  • Giuseppe Forconi 15 febbraio 2018

    A tutto quanto sopra commentato, non ci dimentichiamo che in Italia da svariati anni fino ad oggi non abbiamo mai avuto un governo, cioe’ per governo intendo un governo che sappia governare. Purtroppo siamo sempre stati spintonati da un governo di sinistra che non ha mai saputo governare, ma ha saputo rubare e affossare l’Italia. Mi fa ridere il Renzi quando dice sotto il mio governo abbiamo avuto una crescita dello 0.005 %, cioe’ pari alla mancia al cameriere del ristorante.

  • Giuseppe Forconi 15 febbraio 2018

    Sempre la stessa storia questi poveri giovani pieni di odio e cattiveria che non conoscono cosa sia il comunismo quello vero, sono stati drogati dagli stessi genitori che vivono nell’odio piu’ profondo contro il loro stesso simile, contro un loro fratello.

  • carla.rotili@yahoo.it 15 febbraio 2018

    Mi spiace pr la Meloni, sono sovversivi andrebbero sciolti, e poi vergogna! Contro una donna!

  • giorgio.precetti@alice.it 14 febbraio 2018

    Ha ragione Giorgia, ancora una volta due pesi e due misure, Questi centri cosiddetti “sociali” sono covi di antagonisti e cioè gente asociale

  • carlo.buzzi@gmail.com 14 febbraio 2018

    Almeno andassero al governo i fascisti finalmente bruceremmo i centri sociali e chi li sponsorizza i partiti di sinistra e tutti i migranti a casa a calci in c***

  • avv.ballicu@katamail.com 14 febbraio 2018

    i centri sociali sono un covo di criminali sovversivi dovrebbero essere sciolti e i loro membri arrestati con l’accusa di associazione a delinquere e ed altro

  • lonlex@sysnet.it 14 febbraio 2018

    Mi vergogno di essere di Livorno, solo per il fatto di respirare la stessa aria di certi subumani.
    Certo, se la direzione provinciale di FdI avesse dato una minima informazione, a sostenere Giorgia Meloni in strada ci sarebbero state molte più persone.