Meloni: “No alla Turchia in Europa, porterebbe all’islamizzazione”

martedì 6 febbraio 13:51 - di Redazione

La situazione della Siria e della Libia e la questione del rispetto dei diritti umani al centro dell’incontro tra il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il Presidente della Repubblica di Turchia, Recep Tayyip Erdogan. Su questi argomenti il Capo dello Stato ha ribadito le posizioni dell’Italia e dell’Unione europea, riscontrando la difesa dei propri punti di vista da parte turca in materia di Siria e di diritti umani. Vicinanza è stata invece registrata sull’approccio alle vicende legate alla Libia. Critico il centrodestra: “No alla Turchia in Europa. No all’islamizzazione dell’Europa: consegniamo noi al presidente turco Erdogan questo messaggio del popolo italiano, visto che il Governo di sinistra non lo farà”. È quanto sostiene il presidente di Fratelli d’Italia e candidato premier Giorgia Meloni. “Arriva a Roma il dittatore turco Erdogan per incontrare il Papa, Gentiloni e Mattarella, e ci dà lezioni di diritti umani. Incredibile ma vero che venga consentito. Ha detto infatti che ‘Il raid di Macerata è un attacco razzista, non diverso da episodi di attacchi a moschee luoghi legati alla religione islamica. Dinanzi a questi episodi è obbligatorio mostrare una reazione decisa'”, sottolinea da parte sua Renata Polverini, deputata di Forza Italia. “Pochi giorni fa gli stessi leader che ora si apprestano a incontrare Erdogan con tutti gli onori hanno celebrato solennemente la Giornata della Memoria – aggiunge Polverini – . E troppo chiedere loro di ricordare a un dittatore antisemita e persecutore di minoranze che i Curdi proprio in questi giorni denunciano che li sta massacrando ad Afrin con i bombardamenti? È legittimo chiedersi quale politica estera perseguano l’Italia e il governo Gentiloni? Noi crediamo che sia arrivato il momento di un cambiamento drastico”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Franco Zapolla 10 febbraio 2018

    Carissima Giorgia, condividuo ogni Tua idea. Ti rigrazio per rappresentarci. Vorrei iscrivermi a Fratelli D’Italia. Ciao e…in boccaallupo!!

  • Franco Zapolla 10 febbraio 2018

    Carissima Giorgia, condivido ognuna delle tue idee e mi adopererò per quanto mi è possibile perchè Tu le possa autrevolmente rappresentarle nel prossimo Parlamento. Sono di Genova e mi piacerebbe iscrivermi a Fratelli d’Italia. In bocca al lupo!! Franco

  • Federico Covella 10 febbraio 2018

    Islam, lo ha chiamato religione pure la Giorgia, non si salva piu’nessuno. L` Islam dev`essere considerato per quello che e’; Una dittatura mostruosa con varie teste, una per ognuna delle peggiori miserie Umane, nessuno le comanda e le dirige. nessuna di loro critica le nefandezze delle altre anzi fanno a gara a chi di nefandezze ne fa di piu’ e di peggiori. Si puo’ chiamare religione questo mostro? Chiamiamolo internazionalmente con il suo vero nome e le Costituzioni d`ogni singolo Stato lo renderanno innocuo per il mondo civile!

  • Giuseppe Forconi 8 febbraio 2018

    Noo !! Per fvore Francesco NOOOOO !!!! Sveglia.

  • Giuseppe Forconi 8 febbraio 2018

    Tutto sarebbe piu’ facile se in Italia non ci fosse il PD e tutto quello che contorna la sinistra. Vorrei creare un alone di appoggio alla Meloni che con coraggio dira’ a costui che l’Italia non e’ interessata all’islamizzazione, abbiamo il nostro credo e la nostra religione, pertanto che si tenga il suo islam a casa sua. Purtroppo fanno pena le reazioni o le iniziative del nostro governo che vorrebbe quasi strisciare ai suoi piedi e qui’ mi fermo per non cadere nella volgarita’.

  • giorgio 7 febbraio 2018

    gia’ Oriana Fallaci ed il card. Ersilio Tonini avevano messo in guardia ripetutamente sul pericolo Islam ed islamizzazione in tempi non sospetti, purtroppo entrambi sono morti ma rimangono i loro moniti e scritti. Erdogan e’ un “criminale”, termine anche troppo riduttivo, sta massacrando i Curdi che hanno dato la vita e sputato sangue nella guerra contro l’Isis, ha tenuto un comportamento, che definire ambiguo e’ un eufemismo, con l’Isis, ha fatto un colpo di Stato abolendo tutte le liberta’, giornali-radio-televisione-Universita’-Magistratura per citare alcuni settori di vita civile. Con tutto il rispetto dovuto…..alla Santa Sede, fa specie che sia stato ricevuto anche in Vaticano.

    • Toto' 7 febbraio 2018

      Erdogan ha ultimamente fatto arrestare dei medici che condannavano atti di violenza e propagandavano la pace: è un dittatore che non merita di stare con noi in Europa e nella NATO.

  • Stefano 7 febbraio 2018

    Nessuno scandalo. Erdogan è un puro e va accolto con italica passione e sottomissione !
    Ben altra cosa fù la tenda beduina di Gheddafi ……..
    Se la accoglienza riservata al cagnaccio dai calabrache di sinistra , la avesse fatta Berlusca, apriti cielo!!!!!
    Erdogan è un mussulmano che “difende” i diritti del suo popolo , salvo far fuori chi ha sputato sangue nelle battaglie contro il califfato .
    Canaglia era il fù Gheddafi che stabilizzava , insieme allo altro “delinquente” di Mubarak tutta la area mediterranea oggi in fiamme.
    Canaglia il rè siriano che non ha mollato alle esigenze degli interessi internazionali.
    Per fortuna che abbiamo Gentiloni che vola a Tripoli e riesce a stringere accordi col fantomatico governo libico…..
    E per fortuna abbiamo un presidente “con le palle “che cala le braghe insieme alle altre mezze calzette di politici invertebrati di fronte ad Erdogan .
    Ma attenti…. un detto diceva …. mamma lì turchi .

    • Gino Vercesi 7 febbraio 2018

      attenzione Stefano : per favore spiegare come si può identificare Erdogan come “puro” ???
      e ancora
      perchè “va accolto con Italica (?) passione e … “””sottomissione “””… ?????

      • Paolo 8 febbraio 2018

        Sì chiama ironis

    • grazia 7 febbraio 2018

      Erdogan è colui il quale ha fatto appello alle donne musulmane che vivono in Europa a mettere in pratica in pratica la politica ‘del ventre’ cioè a fare figli con l’intento di sottometterci, prima o poi. Uno così resti fuori, per sempre.

  • Angela 7 febbraio 2018

    NO alla Turchia in Europa Ergan pericolo per tutti

  • ENRICO 7 febbraio 2018

    Condivido in pieno!

    • Gino Vercesi 7 febbraio 2018

      grazie Enrico,

  • Gino Vercesi 7 febbraio 2018

    premesso che Erdogan è stato acclamato dai Turchi stessi quando hanno ceduto di ” liberarsi” da un regime inteso come militare ma che otteneva soldi perché sostenuto dalla NATO quindi dagli USA…ma detto regime ha fatto si che la Turchia potesse essere credibile quindi ha dato sviluppo alla economia premettendo la forte crescita che il Paese ha avuto .Ora il Paese é inaffidabile soprattutto perché é diretto secondo strategie religiose che non consentono rapporti affidabili con gli altri Paesi,i quali , a loro volta molto condizionati da differenti credi religiosi , fisiologicamente non accettano arroganti divergenze . Infine, la morale finale é che le religioni sono la rovina dei Popoli….l’oppio …come diceva un certo Tizio,,,,,,!

  • Sergio 7 febbraio 2018

    FRANCESCO dorme e riposa tranquillo.la Meloni ha ragione da vendere l’Erdogan non doveva essere ricevuto con quanto ha sulla coscienza.

    • Diego 8 febbraio 2018

      Giusto! No alle religioni, sì a Gesù Cristo!!!

  • Clerico Enzo 7 febbraio 2018

    Erdogan sogna i tempi oscuri dell’Impero Ottomano, con il guanto di velluto di un malcelato buonismo cerca consensi in Europa..Occorre fermarlo subito!

  • iustitia 6 febbraio 2018

    Erdogan dittatore senza appoggio democratico? I bravi Curdi fanno attentati terroristici ammazzando innocenti nelle piazze. E quelli dell’opposizione sono talmente amati dal popolo che vengono linciati per strada. 😮 😀 per non dimenticare 16/07/2016 tentato-golpe-in-turchia-soldato-golpista-rischia-il-linciaggio-un-poliziotto-lo-salva-dalla-folla

  • giorgio 6 febbraio 2018

    Viva Oriana Fallaci e Vittorio Feltri. L’islam è minaccia globale

    • GENTILONI 7 febbraio 2018

      iINGMILILLO —— HA UN AMBITO DI VITA SUO CHE E’ GIUSTO RISPETTARE. E’ CORRETTO NEI CONFROONTI DEGLI ALTRI. NON PREPARA ASSASINI. RISPETTA GLI ALTRI, LA GENTE ESTERNA ALLE SUE IDEE. FINORA NON MI SEMBRA IDEE DI ADDALTI SE LASCVIATO NELLA SUA …..PACE .

  • Marcello 6 febbraio 2018

    Giogia Meloni ha ragione anche perché la Turkia nasconde molto di più.
    Opacità nel colpo di stato opacita nel supporto alla organizzazione Isis e opacita di accordi con ur logge Americane,
    che dire di più Giogia ha ragione !!!!
    Brava è giusto !!!!!!

  • Francesco 6 febbraio 2018

    No alla Meloni in Italia, porterebbe all.. ah no, l’analfabetismo già dilaga.