M5S, Fioramonti ministro dell’economia? In tv fu umiliato così (video)

martedì 27 febbraio 14:11 - DI Redazione

“Una eccellenza italiana di grande competenza come il professore di Economia politica all’Università sudafricana di Pretoria, Lorenzo Fioramonti, sarà il nostro ministro dello sviluppo economico”, ha annunciato Luigi Di Maio al Corriere della Sera. Un nome che è una garanzia, ma solo per i grillini, visto che Fioramonti è andato via dall’Italia molti anni fa come cervello in fuga, dopo aver denunciato la difficoltà di vincere regolarmente i concorsi universitari nel nostro Paese. Esperto di decrescita felice, pallino di Grillo, Fioramonti ha pubblicato un libro dal titolo emblematico, Presi per il Pil. Tutta la verità sul più potente numero del mondo per spiegare perché il Prodotto interno lordo non riesca a calcolare la vera ricchezza di un Paese ma piuttosto venga utilizzato come “strumento di dominio” dai potentati finanziari mondiali. Tanto è bastato per renderlo simpatico ai grillini, complottisti e dietrologi professionisti. La sua prima uscita pubblica, da potenziale ministro, fu però un disastro. In tv, a Otto e mezzo, dalla Gruber, l’economista inanellò una serie di imprecisioni, banalità e balbettamenti incalzato dalla sua collega Veronica De Romanis, fino a quando la Gruber non alzò bandiera bianca per conto dell’aspirante grillino. Guardare per credere…

video

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mark68r@libero.it 27 febbraio 2018

    Che i camerati del Secolo d’Italia debbano ricorrere alla compagna Gruber e alla signorina economista che con il compitino fatto a casa cercano inutilmente di mettere in difficoltà il candidato dei 5 stelle, e la dimostrazione che siamo alla frutta.

    • frugoni7@hotmail.it 28 febbraio 2018

      Vedasi Marcello, io gia’ da 1 anno ho sempre detto che il movimento in essere e’ un falso e non fara’ nulla perche’ composto da persone che avranno bisogno di una politica che nel caso specifico e’ la sinistra italiana. Tutti o quasi i suoi componenti sono ex giovani comunisti che hanno sfasciato l’Italia dagli anni ’70 fino ai giorni d’oggi. Cio’ che i Grillini hanno proposto e’ un falso perche’ in italia molte cose non si possono fare se non si cambia la la 2 parte della costituzione italiana e qui ci vuole una costituente e tutti coloro compreso il Di maio che si sono presentati ad un confronto hanno sempre dimostrato la loro ignoranza anche negli stessi loro progetti.