L’Onu butta i soldi per scoprire l’acqua calda: la Nord Corea vende armi…

sabato 3 febbraio 14:55 - di Redazione

Che scoop: la Corea del Nord ha venduto armi alla Siria e a Myanmar. Si sa da decenni che praticamente l’unica risorsa della Corea del Nord sono le armi, che per anni ha contrabbandato a tutti i Paesi del Terzo Mondo e ai gruppi terroristi e comunisti in giro per il mondo. È l’accusa contenuta nella bozza di un rapporto Onu, nel quale si sottolinea anche che Russia e Cina non hanno fatto abbastanza per fermare i traffici illegali di Pyongyang. Nel documento, citato dai media Usa, si sostiene che la Nordcorea ha venduto un sistema di missili balistici a Myanmar e potrebbe avere aiutato la Siria a sviluppare un programma di armi chimiche. Inoltre, secondo il rapporto, Pyongyang lo scorso anno ha incassato circa 200 milioni di dollari grazie alla vendita di carbone e di altri beni, in violazione del regime di sanzioni imposto dall’Onu al Paese a causa del programma di armi nucleari. Gran parte delle esportazioni nordcoreane sono transitate da porti cinesi, russo, vietnamiti e malesi. Il rapporto, visionato dai membri della commissione Onu che sovrintende alle sanzioni contro la Corea del Nord, verrà sottoposto all’attenzione del Consiglio di sicurezza. Veramente le Nazioni Uniti, noto stipendificio tra Onu e le sue agenzie, non sa più come buttare i le proprie risorse.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *