“Lobbying, aziende e amministrazioni pubbliche”: l’ultimo lavoro di de Lucia

Lobbying, aziende e amministrazioni pubbliche è l’ultimo lavoro di Antonio de Lucia, commercialista ed esperto di collaborazioni con multinazionali e fondazioni nel campo dell’internazionalizzazione e delle relazioni istituzionali, nonché primo italiano a essere eletto Presidente del Demyc Democrat Youth Community of Europe. Edito da Edizioni Scientifiche Italiane (Esi), il libro raccoglie e uniforma la letteratura internazionale e nazionale sull’argomento e compie una importante analisi comparativa di due casi studio, al fine di esplorare l’attuale fenomeno della corruzione e delle lobby e dell’influenza che la regolamentazione del fenomeno può avere sulle amministrazioni pubbliche e sulle relative opportunità di sviluppo socioeconomico.

In Italia, così come in molti altri Paesi d’Europa, il lobbying non è regolamentato, a differenza di quanto avviene negli Stati Uniti d’America. Per cui i temi trattati rendono il volume di Antonio de Lucia un prezioso contributo sullo stato dell’arte del fenomeno e su quanto, nell’ambito delle scienze economico-sociali, sia attuale la negativa correlazione tra corruzione e crescita economica. Ma anche spiegando meglio che il termine “lobby” è un criterio di gestione delle relazioni e non ha solo l’accezione negativa che i mass media gli hanno associato. La presente ricerca si pone, infatti, un duplice obiettivo. Da un lato, si propone di analizzare l’origine del fenomeno svolgendo, nel contempo, un’analisi dei Paesi in cui il lobbying è presente e possiede una sua regolamentazione normativa e, dall’altro, evidenzia in modo analitico le implicazioni organizzative, gestionali ed economiche del fenomeno del lobbying sulla Pubblica Amministrazione, soffermandosi sia sugli aspetti diretti alla lotta contro la corruzione, sia indicando come gli interventi del legislatore statale possano contribuire a migliorare sensibilmente le performance delle istituzioni e delle aziende pubbliche.

Il fenomeno viene inquadrato prima dal punto di vista etimologico e storico, poi si descrivono i tentativi legislativi di regolamentare le relazioni pubbliche e istituzionali, attraverso un excursus giuridico. L’ultima parte del volume, infine, è dedicata all’analisi empirica e alla presentazione di un multiple case study su due aziende, la Boeing e la Leonardo, che si presentano molto simili e che, tuttavia, sotto il profilo del lobbying operano in contesti regolamentati in modo completamente diverso. La prefazione al libro è del Prof. Federico Alvino, Pro Rettore dell’Università “Parthenope” di Napoli.