L’ex terrorista Giordano posta su fb la foto di un leghista “a testa in giù”

Leghista a testa in giù. Il post è stato pubblicato sul profilo di Francesco Emilio Giordano, condannato a 30 anni e 8 mesi, in appello divenuti 21 anni, per l’omicidio di Walter Tobagi. Giordano ha finito di scontare la pena nel 2004 e oggi è a capo di “Potere al Popolo”. Lo scorso 11 febbraio, come riporta un servizio pubblicato sul Giornale, Giordano pubblicava una locandina raffigurante il candidato milanese della Lega, Massimiliano Bastoni, a testa in giù. Un simbolismo più che evidente. Non contento, in un commento sottostante ringraziava un’utente che gli consigliava di raddrizzare l’immagine dicendo: «Ingrid potessi dargli fuoco lo farei…va bene così… comunque ti ringrazio per il consiglio… davvero grazie… è un essere schifoso e siccome sta leggendo sa quello che penso e la fine che non solo gli auguro».

Leghista a testa in giù, la reazione di Bastoni

Immediata la replica di Massimiliano Bastoni: «Questa è la politica di quei personaggi che parlano di antifascismo, di antirazzismo, che vanno alle manifestazioni per la pace ma che poi augurano ai propri avversari politici di finire a testa in giù. Spiace tra l’altro che questi personaggi sfilino con esponenti politici alle varie manifestazioni quando invece dovrebbero essere tenuti lontani dalla politica visto il comportamento. Questo è il risultato della criminalizzazione della Lega e dei suoi esponenti, descritti e additati come “neo-nazisti”. In ogni caso sia chiaro che ho già acquisito le immagini e mi riservo di agire in sedi opportune».